Commercializzare le eccellenze siciliane nei paesi extra Ue, la sfida dell'assessore Bandiera :ilSicilia.it

Il bando sul sito del Dipartimento regionale dell'Agricoltura

Commercializzare le eccellenze siciliane nei paesi extra Ue, la sfida dell’assessore Bandiera

di
14 Febbraio 2020

Al via la campagna di commercializzazione delle eccellenze siciliane nei paesi extra UE.

È stato pubblicato, sul sito del Dipartimento regionale dell’Agricoltura, l’avviso per le aziende siciliane interessate all’esportazione di agrumi in Brasile e nella repubblica popolare Cinese e di uva da tavola in Canada e Uruguay.

Le aziende esportatrici interessate, dovranno aderire al programma messo a punto dal Servizio Fitosanitario regionale entro la data del 31 marzo 2020, attraverso la modulistica scaricabile sul sito web dello stesso Servizio, alla voce “Certificazione Import/Export”.

Ciò al fine di avviare i necessari controlli e/o trattamenti  fitosanitari sui prodotti destinati all’esportazione, atti a verificare l’eventuale presenza di parassiti da quarantena, come previsto dalla normativa fitosanitaria dei Paesi extra UE.

La valorizzazione dei prodotti e la promozione della nostra economia, passano anche attraverso la ricerca e la penetrazione nei nuovi Mercati che garantiscano l’intercettazione di larghe fasce di consumatori – afferma l’assessore per l’Agricoltura Edy Bandiera -.  Siamo già a lavoro  per trovare una soluzione, che soddisfi le autorità canadesi, circa la possibilità di un’intesa commerciale per altre eccellenze del territorio, pomodoro e pomodorino“.

La problematica riguarda le misure di sicurezza in ordine al rischio Fitosanitario “tuta absoluta”, patogeno che riguarda soprattutto il prodotto commercializzato con le parti verdi, per il quale gli uffici hanno già proposto un metodo di disinfestazione del carico che ne garantisca la sicurezza, in alternativa all’uso di bromuro di mettile vietato per legge“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin