Commercio a Taormina, dal 20 luglio carico e scarico non oltre le 9 del mattino :ilSicilia.it
Messina

lo ha stabilito l'Amministrazione comunale

Commercio a Taormina, dal 20 luglio carico e scarico non oltre le 9 del mattino

di
13 Luglio 2021

Le attività che insistono sul Corso Umberto e nel centro storico di Taormina dovranno ricevere la fornitura di merci entro le 9 del mattino, in modo tale da evitare la presenza di mezzi dopo tale orario. Lo ha stabilito l’assessore alle Attività produttive, Andrea Carpita, a seguito di un confronto con le imprese addette allo scarico e al carico di merci. Si tratta di una problematica che da parecchi anni ormai affligge il “salotto” di Taormina, dove nelle ore mattutine si verifica il via vai dei mezzi addetti a rifornire gli esercizi economici locali.

L’assessore ha concesso qualche giorno di tempo alle attività per organizzarsi ma le disposizioni dovranno essere rispettate già da martedì 20 luglio.

“Era assolutamente necessario regolamentare anche questo aspetto – ha spiegato Carpita – per garantire la sicurezza di tutti e migliorare la vivibilità nelle vie del nostro centro urbano”. I titolari di attività commerciali sul Corso Umberto e nel centro storico taorminese saranno inoltre tenuti a ritirare le merci depositate dai fornitori nello spazio antistante i negozi entro le ore 9.

L’assessore Carpita ha ricordato che dallo scorso 20 giugno è entrato in vigore il nuovo regolamento comunale per la disciplina del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, approvato con delibera del Consiglio comunale n. 37 del 18 maggio 2021.

I titolari di concessione per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche potranno continuare ad usufruire di parte dei benefici già acquisiti, ma dovranno da subito osservare le nuove disposizioni introdotte dal regolamento. Tra queste, il divieto di pubblicità mediante distribuzione a mano di volantini e altro materiale pubblicitario e l’impiego di personale dipendente, all’esterno dell’esercizio, al fine di attirare i clienti di passaggio.

Per il rinnovo di tutte le concessioni per l’occupazione di spazi e aree pubbliche, entro il prossimo 30 novembre gli operatori economici dovranno presentare istanza con allegate due planimetrie che riportino la superficie interna di vendita e la superficie esterna chiesta in concessione (che dovrà essere uguale alla superficie interna più il 20% se ed in quanto concedibile). Inoltre, bisognerà adeguarsi alla tipologia di arredi prevista dal regolamento entro due anni dalla data di rilascio della nuova concessione.

Infine, a decorrere dall’anno in corso, dovrà essere presentata comunicazione relativa al periodo di chiusura dell’attività. Se gli operatori terranno aperta la propria attività per almeno 11 mesi all’anno avranno diritto, nell’anno successivo, ad una riduzione del 20% del canone da versare. “Il nostro obiettivo – ha concluso l’assessore al Commercio – è infatti quello di premiare gli operatori che investono a Taormina, contribuendo così a quel percorso di destagionalizzazione dell’offerta sempre più necessario per la nostra città”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin