15 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 13.12
Catania

Tutte le misure contenute nel testo

Terremoto nel Catanese, trecento milioni e ottanta assunzioni nel “dl Sisma”

16 Marzo 2019

L’esecutivo nazionale sta lavorando per inviare il commissario straordinario per la ricostruzione dei territori colpiti dal sisma nella provincia di Catania a fine 2018. Al commissario dovrebbe essere assegnata una dotazione iniziale di 300 milioni per tre anni.

Lo prevede il dl Sisma, al quale sta lavorando il Governo nazionale. Inoltre, i comuni del territorio colpiti dal terremoto, recita la bozza, potranno assumere fino a quaranta unità di personale all’anno, per il biennio 2019-2020, a tempo determinato, per far fronte al maggiore carico di lavoro

Secondo il testo in esame, il commissario sarà nominato con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri e resterà in carica fino al 31 dicembre 2021. Le risorse, invece, verranno così ripartite: 60 milioni per il 2019, 120 milioni per il 2020 e 120 milioni per il 2021.

Un’altra misura contenuta nella bozza prevede che i redditi dei fabbricati danneggiati o distrutti ubicati nei comuni della provincia di Catania colpite dai terremoti del 2018 non concorrono alla formazione del reddito imponibile né ai fini del calcolo dell’Irpef e dell’Ires né del calcolo dell’Isee, fino alla definitiva ricostruzione e agibilità dei fabbricati medesimi e non oltre l’anno di imposta 2020.

La competente autorità di regolazione può prevedere, per i comuni, “esenzioni dal pagamento delle forniture di energia elettrica, gas, acqua e telefonia, comprensive sia degli oneri generali di sistema che degli eventuali consumi, per il periodo intercorrente tra l’ordinanza di inagibilità o l’ordinanza sindacale di sgombero e la revoca delle medesime, individuando anche le modalità per la copertura delle esenzioni stesse attraverso specifiche componenti tariffarie, facendo ricorso, ove opportuno, a strumenti di tipo perequativo”.

Per quel che concerne il commissario, si legge nella bozza, programma “l’uso delle risorse finanziarie e adottano le direttive necessarie per la progettazione ed esecuzione degli interventi, nonché per la determinazione dei contributi spettanti ai beneficiari sulla base di indicatori del danno, della vulnerabilità e di costi parametrici”.

Il ruolo assegnato prevede, tra le altre cose, compiti di coordinamento, assistenza alla popolazione e sostegno alle imprese. Il commissario, inoltre, d’intesa con la Protezione civile, dovrà dotare i comuni colpiti di un piano di microzonazione sismica di terzo livello, con oneri a carico delle risorse disponibili sulle contabilità speciali, entro il limite complessivo, per la Regione Siciliana, di 299mila euro.

Leggi anche:

Terremoto nella notte nel Catanese, crolli e feriti in alcuni paesi dell’Etna

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.