Comunali, Miccichè: "Sovranismo in calo, vincono i moderati" :ilSicilia.it

l'analisi del presidente dell'ars

Comunali, Miccichè: “Sovranismo in calo, vincono i moderati”

di
5 Ottobre 2021

Dai risultati delle amministrative emerge un calo del sovranismo: anche da parte della Meloni mi aspettavo di più. Forza Italia, a parte alcune città dove c’è stato qualche problema, regge bene. A Milano la Lega è al 10%, noi al 7%. Dove si lavora bene, Forza Italia c’è. E’ indubbio che vincono i moderati, anche al Nord”. Così il leader di Fi in Sicilia, Gianfranco Miccichè, analizzando il voto delle amministrative.

“La Calabria, con la Sicilia, si conferma una roccaforte di Forza Italia. La nostra lista ha ottenuto il 18%, la seconda l’8%, con pochissimi decimi di differenza rispetto a Lega e FdI. Avremmo vinto in Calabria anche senza Lega e FdI. E’ un risultato importantissimo, che deva fare riflettere. Che Forza Italia avrebbe vinto con questi numeri Occhiuto lo sapeva due mesi fa, ne avevamo parlato: è la dimostrazione che gli elettori premiano chi conosce e lavora per il territorio“, aggiunge Miccichè,

Da diverso tempo parlo dell’esigenza di pacificazione nel Paese, i risultati delle amministrative mi danno ragione. Questa pacificazione, necessaria per riavvicinare la gente alla politica, deve avvenire anche all’interno della coalizione di centrodestra, i leader nazionali devono capire che gli atteggiamenti arroganti, come quelli manifestati di recente da qualcuno che vuole imporre scelte anche in Sicilia, non vanno bene, creano tensioni negli alleati: bisogna darsi una calmata. Sovranismo e arroganza non passano, il civismo, frutto dell’odio scatenato contro i politici, non funzione come dimostra l’esito del voto in molte città – sottolinea Gianfranco Miccichè sui risultati delle amministrative -. Sbagliano a Roma a compiere delle scelte senza coinvolgere i territori – dice – C’è qualcuno che non ha idea di come funzionano le cose al Sud“.

Nell’ottica delle amministrative in Sicilia del prossimo anno, Miccichè aggiunge: “Sono disponibilissimo a ragionare di alleanze di centrodestra classico, perché la mia storia è quella, però lo faccio nell’alveo di una pacificazione”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.