Comune Catania, concorsi per 130 unità di personale tecnico-amministrativo e assistenti sociali :ilSicilia.it
Catania

Nuovi posti di lavoro con contratti a tempo pieno

Comune Catania, concorsi per 130 unità di personale tecnico-amministrativo e assistenti sociali

di
10 Dicembre 2021

Due distinti bandi di concorso per soli titoli, a complessivi 130 posti di lavoro con contratti di lavoro biennale a tempo pieno, sono stati pubblicati dal Comune di Catania nel proprio sito internet istituzionale e per estratto sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.

L’assunzione riguarda 70 figure professionali categoria D, posizione economica D1: n. 38 con il profilo professionale di “istruttore direttivo tecnico”; 17 “istruttore direttivo amministrativo”; 8 con il profilo professionale di “istruttore direttivo contabile”; 6 con il profilo professionale di “architetto”; 1 con il profilo professionale di “geologo”.

Le nuove assunzioni riguarderanno figure professionali nell’ambito tecnico quali architetti, ingegneri, agronomi, geologi, avvocati, esperti in gestione di progetti di inclusione sociale ed esperti in bilanci di pubbliche amministrazioni. Le competenze specifiche ricercate nell’area tecnica saranno cad, bim, composizione architettonica, strategie urbane, mobilità, idraulica e geotecnica, impianti tecnologici ed efficientamento energetico (energy management), riciclo, conversione e riuso dei rifiuti, digitalizzazione, architettura del verde e del paesaggio. Mentre per quanto riguarda l’area giuridico amministrativa riguarderanno l’ambito amministrativo, contabile, programmazione e gestione dei fondi strutturali, comunicazione sociale e marketing territoriale, inclusione sociale, bilanci e procedure di spesa.

Un altro bando di selezione pubblica riguarda la selezione pubblica, sempre per titoli per l’assunzione, con contratto di lavoro a tempo pieno e determinato, per un periodo di 24 mesi, di 60 unità con il profilo professionale di assistente sociale categoria D, posizione economica D/1, di cui al CCNL del comparto funzioni locali, utilizzate nelle attività correlate alle vigenti misure di contrasto alla povertà così distribuite: 50 nel Comune di Catania;  8 a Misterbianco; 2 a Motta Sant’ Anastasia.

“Una rigenerazione trasparente -ha detto il sindaco Salvo Pogliese trent’anni dopo le ultime necessaria a integrare il ridottissimo comparto dei quadri funzionali del Comune per dotare finalmente la struttura tecnico-amministrativa di specifiche professionalità reclutando giovani laureati che potranno dare un contributo importante per l’ottimale spesa dei fondi comunitari e al contempo conseguire una formativa esperienza professionale, senza necessità di dover lasciare Catania e la Sicilia. Anche per questi due bandi -ha aggiunto Pogliese- si utilizzeranno piattaforme informatiche sia per presentare le domande di partecipazione che per valutare i titoli, come già accaduto per le selezioni degli agenti della polizia municipale e degli autisti dell’Amt, senza alcuna possibilità di interferenze esterne e in tempi brevissimi con la massima trasparenza. Nei nostri piani, prevediamo di inserire in servizio i vincitori dei concorsi già a Febbraio” .

Per la selezione dei 70 funzionari tecnici e amministrativi, il bando con le modalità di presentazione delle domande, i requisiti di partecipazione e le riserve di legge, è pubblicato sul sito del Comune di Catania al link:https://www.comune.catania.it/informazioni/avvisi/avvisi-2021/default.aspx?news=82073

Per la selezione dei 60 assistenti sociali, il link con il bando e le informazioni è pubblicato al seguente indirizzo del sito internet istituzionale: https://www.comune.catania.it/informazioni/avvisi/avvisi-2021/default.aspx?news=82079

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.