16 ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 20.07
caronte manchette
caronte manchette
Messina

Monito agli impiegati di Palazzo Zanca

Comune di Messina, De Luca azzera le posizioni del personale: “Stop al bivacco”| Video

18 luglio 2018

 

Il neosindaco di Messina, Cateno De Luca, azzera le posizioni organizzative al Comune e lancia subito, pubblicamente, con apposito videomessaggio, un chiaro monito al personale di Palazza Zanca, invitato “a non bivaccare per i corridoi”.

“Cari colleghi impiegati di Palazzo Zanca – afferma De Luca nel videomessaggio postato sulla sua pagina social e rivolto al personale del Comune di Messina – mi giunge voce che si parla un pò troppo del provvedimento che ho chiesto al segretario generale e al capo di gabinetto di Palazzo Zanca di mettere in pratica per annullare le P.O. (Posizioni Organizzative) e le A.P. (Alte Professionalità). Io vi invito a pensare a lavorare e ad evitare di bivaccare nei corridoi e soprattutto presso la macchinetta del caffè. Oggi ve lo mando a dire in modo spassionato e cordiale. Da domani adotteremo altri provvedimenti. Cortesemente chiedo sobrietà e che ciascuno pensi a lavorare, perché il 27 di ogni mese lo stipendio arriva prima per voi e forse per altri no”.

De Luca, con apposita nota, ha chiesto la revoca in autotutela dei contratti di conferimento delle P.O. e delle A.P., invitando gli uffici di Palazzo Zanca a porre in essere entro e non oltre 2 giorni dal ricevimento della presente disposizione” gli atti conseguenziali. “La richiesta – ha evidenziato De Luca – scaturisce dalla disastrosa situazione economico finanziaria dell’ente, che impedisce di garantire i servizi minimi alla comunità, ulteriormente gravata da un costo di 2 milioni 100 mila euro annui, derivante dall’applicazione di questi contratti, rientranti nel mero ambito di valutazione discrezionale politico-amministrativa”.

Il personale in servizio presso l’Ente, stando ad una ricognizione effettuata dal sindaco e dalla Giunta di Messina è al momento di 1.447 unità lavorative, per un costo complessivo annuo di circa 46 milioni di euro, così distribuiti: 19 dirigenti; 158, nella categoria D3; 180, D1; 581, C3; 101, B3; 219, B1; e 189, A1. I contratti già firmati relativi alle posizioni organizzative sono 107, mentre 16 sono le alte professionalità.

“Tali figure, che complessivamente sono 123, – ha dichiarato il sindaco comportano un aumento di costo di circa 2 milioni e 100 mila euro l’anno. Manifesto quindi la mia perplessità e contrarietà e ho dato mandato al segretario generale e alla dirigente delle Risorse Umane di avviare le procedure di annullamento in autotutela di tutti i contratti sottoscritti, non ritenendo compatibile un aumento così eccessivo per il costo del personale con la disastrosa situazione economico-finanziaria dell’Ente”.

 

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Il Dirottamento dell’Autobus

Chi ricorda i tempi dei “Gufi” rammenterà il brano sul dirottamento del 18 e non DC8 come frequentemente accadeva di quei tempi. Analoga esperienza ho fatto io oggi ma non sul 18 ma sul 102 perché da noi gli autobus iniziano con il 100.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.