Comune di Palermo acquista 36 nuovi autobus, Orlando: "Sarebbe potuto accadere molto prima" :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

SOSTITUITI BUS VECCHI

Gara per i nuovi bus, il Cga a favore del Comune. Orlando: “Sarebbe potuto accadere prima”

di
20 Ottobre 2020

La sentenza del Consiglio di giustizia amministrativa ha reso possibile la sostituzione, per il Comune di Palermo, dei mezzi ormai inadeguati con quelli della Iveco.

Dopo che il Cga ha respinto il ricorso dell’impresa Industria Italiana autobus spa contro il Comune, saranno acquistati 36 nuovi autobus per ammodernare l’Amat Palermo. In questo modo è stata sbloccata, dopo due lunghi anni, la possibilità di sostituire i vecchi mezzi comprandone di nuovi utilizzando i fondi Pon Metro Città di Palermo 2014-2020.

Sono due le gare: la prima per 10 vetture diesel Euro 6 del tipo autosnodato per sostituire 10 autobus obsoleti diesel Euro 2, attualmente fermi in deposito, per un totale di 4.148.000 euro; la seconda, invece, per 26 vetture, anch’esse classificate Euro 6, di 18 metri e ad un costo di 6.900.000 euro.

Presto sarà stipulato il contratto con la società Irisbus Spa, oggi Iveco, che si è aggiudicata le due gare.

IL SINDACO

È una sentenza che, ancorché positiva – dichiara il primo cittadino di Palermo Leoluca Orlandonon può non lasciare l’amaro in bocca. Questi autobus avrebbero potuto entrare in servizio già nel 2019, ma l’accanimento giudiziario della ricorrente, pur legittimo, ha determinato un ritardo di oltre un anno e mezzo. E mai come in questo momento di crisi avere più autobus in circolazione avrebbe un effetto positivo sulla città“.

Prosegue – dice l’assessore all’ambiente e alla mobilità, Giusto Catanial’investimento dell’Amministrazione comunale per rendere più efficiente il trasporto pubblico locale. Il rinnovo della flotta di bus contribuisce, inoltre, a limitare le emissioni inquinanti e a migliorare la qualità dell’aria”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin