20 febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.08
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
Palermo

Rinviato il confronto sul consuntivo

Comune di Palermo, ancora scontri tra maggioranza e opposizioni. Ferrandelli: “Io galoppo verso lo scioglimento”

10 ottobre 2018

Ancora una volta salta la seduta in consiglio comunale a Palermo, rinviando così per ennesima volta il confronto sul consuntivo. E’ scontro aperto tra maggioranza e opposizioni che non ci stanno: “Quello che sta accadendo al comune di Palermo è davvero disgustoso. Davanti la criticità dei conti e il conseguente taglio ai servizi, continuiamo a verificare un atteggiamento di bullismo ai danni della città da parte della maggioranza” afferma il consigliere comunale Fabrizio Ferrandelli. Intanto, sembrerebbe che il sindaco Leoluca Orlando abbia incontrato i revisori che sarebbero rimasti fermi nelle loro posizioni così come il primo cittadino che avrebbe tutta l’intenzione di procedere con la denuncia se i revisori non modificano il parere.

fabrizio-ferrandelliPrima il Sindaco si scaglia contro i revisori (organo di garanzia), poi si strumentalizza la relazione tecnica del ragioniere, che conferma la fotografia relazionata dai revisori, ed oggi dopo essersi intascati il gettone di presenza hanno disertato la seduta. Segno di arroganza e disprezzo istituzionale. Sono alla frutta” prosegue Ferrandelli che conclude: “Io galoppo verso lo scioglimento, per cui stiano tranquilli i sodali del sindaco. Non subiamo i loro giochetti perché l’obiettivo è andare a elezioni anticipate anche tramite l’approvazione da parte del commissario”.

Sono dunque fermi i lavori d’Aula sul documento economico finanziario che evidenzia la situazione e la gestione dei conti del Comune nel 2017.

Palermo, opposizione compatta sul rendiconto 2017: “Nessuno sconto per Orlando”

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Non sono mai Bianche

Chi sa quante volte era ritornato su quel posto con la mente. Ci tornava costantemente rivivendo la stessa mattinata, sempre la stessa, per cercare dove quella volta aveva sbagliato. Aveva poco più che trenta anni e lavorava da sempre.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Figlio inferiore e padre superiore

Le paturnie e i pensieri ossessivi sono alimentati dagli oggetti interiorizzati, dalla rappresentazione interna dei genitori, in questo caso, specialmente, del padre, idealizzato come uomo superiore, contro lui che è, invece, l’uomo inferiore.