Comune di Palermo: bilancio consuntivo in deficit. Orlando annuncia ricorso contro il Governo :ilSicilia.it
Palermo

aumenteranno le tariffe dei servizi a domanda individuale

Comune di Palermo: bilancio consuntivo in deficit. Orlando annuncia ricorso contro il Governo

4 Agosto 2019

L’approvazione del bilancio consuntivo 2018 del Comune di Palermo registra, come si legge in una nota ufficiale, uno sforamento di alcuni dei paletti fissati per lo stato di deficit strutturalein base ai nuovi parametri introdotti a gennaio 2019″.

sindaco Leoluca Orlando

E il sindaco Orlando non ci sta: “Non è pensabile che con un Decreto del 28 dicembre, la cui pubblicazione è comunicata ai diretti interessati solo il 12 gennaio, il Governo nazionale modifichi in modo radicale dei parametri di funzionamento e di regolarità finanziaria per gli enti locali relativi all’anno precedente. Non si è mai visto – continua – un Governo che emana decreti con valore retroattivo che mettono a rischio la tenuta finanziaria dei Comuni e a questo punto viene da chiedersi se sia soltanto frutto di ignoranza istituzionale o di un preciso disegno di indebolimento delle amministrazioni comunali“.

La Giunta ha deciso che saranno valutati i passi necessari per inoltrare un ricorso al fine di ottenere l’annullamento del Decreto ministeriale“, si legge nella nota, “in particolare, a determinare la condizione di deficit strutturale sono due degli otto parametri: quello legato alle anticipazioni di cassa e quello legato alla presenza di debiti fuori bilancio in via di riconoscimento per importi superiori al 1% delle entrate ordinarie“.

Nella sua relazione di accompagnamento al bilancio, il ragioniere generale Bohuslav Basile, ha spiegato che “durante tutto il corso dell’esercizio finanziario 2018, le attività sono state condotte valutando in maniera costante i parametri vigenti“, cioè quelli stabiliti nel 2009 dalla Conferenza Stato-Città ed autonomie locali.

Infatti – continua Basile – secondo tale metodo di valutazione l’Ente, analogamente al 2017 e per gli stessi motivi, non sarebbe risultato in situazione di deficit strutturale“.

Sulla base dei nuovi parametri – dice l’assessore al Bilancio, Roberto D’Agostinosi è invece determinata una situazione formale di deficit, che ha ripercussioni gravissime per l’Amministrazione comunale e per i cittadini, prime fra tutte l’aumento obbligatorio per legge delle tariffe dei servizi a domanda individuale, retta degli asili, mensa scolastica, impiantistica sportiva, servizi cimiteriali, e il sostanziale blocco di qualsiasi procedura di assunzione o stabilizzazione dei lavoratori“.

Conclude Orlando: “Per colpa di un ghiribizzo del Governo i cittadini palermitani dovranno ora pagare tariffe più alte mentre dovranno interrompersi le procedure di stabilizzazione dei lavoratori già in servizio, così come dovranno interrompersi le procedure per l’assunzione delle maestre e dei giornalisti“.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.