Comune di Palermo: bilancio consuntivo in deficit. Orlando annuncia ricorso contro il Governo :ilSicilia.it
Palermo

aumenteranno le tariffe dei servizi a domanda individuale

Comune di Palermo: bilancio consuntivo in deficit. Orlando annuncia ricorso contro il Governo

4 Agosto 2019

L’approvazione del bilancio consuntivo 2018 del Comune di Palermo registra, come si legge in una nota ufficiale, uno sforamento di alcuni dei paletti fissati per lo stato di deficit strutturalein base ai nuovi parametri introdotti a gennaio 2019″.

sindaco Leoluca Orlando

E il sindaco Orlando non ci sta: “Non è pensabile che con un Decreto del 28 dicembre, la cui pubblicazione è comunicata ai diretti interessati solo il 12 gennaio, il Governo nazionale modifichi in modo radicale dei parametri di funzionamento e di regolarità finanziaria per gli enti locali relativi all’anno precedente. Non si è mai visto – continua – un Governo che emana decreti con valore retroattivo che mettono a rischio la tenuta finanziaria dei Comuni e a questo punto viene da chiedersi se sia soltanto frutto di ignoranza istituzionale o di un preciso disegno di indebolimento delle amministrazioni comunali“.

La Giunta ha deciso che saranno valutati i passi necessari per inoltrare un ricorso al fine di ottenere l’annullamento del Decreto ministeriale“, si legge nella nota, “in particolare, a determinare la condizione di deficit strutturale sono due degli otto parametri: quello legato alle anticipazioni di cassa e quello legato alla presenza di debiti fuori bilancio in via di riconoscimento per importi superiori al 1% delle entrate ordinarie“.

Nella sua relazione di accompagnamento al bilancio, il ragioniere generale Bohuslav Basile, ha spiegato che “durante tutto il corso dell’esercizio finanziario 2018, le attività sono state condotte valutando in maniera costante i parametri vigenti“, cioè quelli stabiliti nel 2009 dalla Conferenza Stato-Città ed autonomie locali.

Infatti – continua Basile – secondo tale metodo di valutazione l’Ente, analogamente al 2017 e per gli stessi motivi, non sarebbe risultato in situazione di deficit strutturale“.

Sulla base dei nuovi parametri – dice l’assessore al Bilancio, Roberto D’Agostinosi è invece determinata una situazione formale di deficit, che ha ripercussioni gravissime per l’Amministrazione comunale e per i cittadini, prime fra tutte l’aumento obbligatorio per legge delle tariffe dei servizi a domanda individuale, retta degli asili, mensa scolastica, impiantistica sportiva, servizi cimiteriali, e il sostanziale blocco di qualsiasi procedura di assunzione o stabilizzazione dei lavoratori“.

Conclude Orlando: “Per colpa di un ghiribizzo del Governo i cittadini palermitani dovranno ora pagare tariffe più alte mentre dovranno interrompersi le procedure di stabilizzazione dei lavoratori già in servizio, così come dovranno interrompersi le procedure per l’assunzione delle maestre e dei giornalisti“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.