18 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 13.54
Palermo

Le dichiarazioni della consigliera comunale

Comune di Palermo, Caronia: “Il Piano Regolatore Generale resta avvolto nel mistero”

12 Gennaio 2019

Nonostante le promesse dell’assessore Arcuri e gli impegni dei suoi dirigenti, il Piano regolatore resta avvolto dal mistero ed il Consiglio comunale è lasciato all’oscuro sul lavoro in corso su uno dei più importanti strumenti di programmazione della vita cittadina“, ad affermarlo il consigliere comunale di Palermo, Marianna Caronia, sollecitando la trasmissione al Consiglio comunale delle informazioni sul redigendo Piano Regolatore Generale da parte dell’assessore alla pianificazione.

Ci ritroviamo in Consiglio comunale a dover occuparci di Prg per fatti minori e per mancata osservanza degli uffici a decisioni della Giustizia Amministrativa, mentre i consiglieri sono tenuti del tutto all’oscuro sulla nuova proposta – aggiunge -. Il Prg di Palermo sembra un po’ come la famosa Area 51: il mistero l’avvolge e tutto ormai si potrebbe dire o pensare. Quando l’Assessore intende sciogliere il mistero e, per altro rispettando le prerogative dei Consiglieri comunali, applicare un po’ di sana trasparenza in questa vicenda?“.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.