Comune di Palermo: gli spengono il microfono durante la seduta, Mimmo Russo perde le staffe | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

IL RETROSCENA DELLA SEDUTA DEL 22 MAGGIO

Comune di Palermo: gli spengono il microfono durante la seduta, Mimmo Russo perde le staffe | VIDEO

23 Maggio 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Gli spengono il microfono durante il dibattito e Mimmo Russo, consigliere comunale a Palermo di Fratelli d’Italia, perde le staffe.

Il fatto è accaduto nella seduta del 22 maggio quando, durante una sessione fiume durata quattro ore, si stava procedendo all’ennesima votazione. La seduta, che si stava svolgendo on-line a seguito dei DPCM sul coronavirus, procedeva fra alcune difficoltà. Fra connessioni latitanti e rumori di sottofondo fastidiosi, un misunderstanding era dietro l’angolo.

Come è successo al consigliere Mimmo Russo, a cui qualche collega ha tolto l’audio perché aveva il microfono acceso durante la votazione. La cosa ha fatto parecchio arrabbiare il politico, tanto che l’esponente del partito di Giorgia Meloni ha lasciato indignato la riunione gridando “Andate a…”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.