Palermo, denuncia del M5S: "Lo spoglio per il consiglio comunale prosegue da 10 giorni" | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

"I presidenti di seggio e gli scrutatori, quasi la metà sostituiti per rinuncia"

Palermo, denuncia del M5S: “Lo spoglio per il consiglio comunale prosegue da 10 giorni”

23 Giugno 2017

A distanza di oltre 10 giorni dalle votazioni si è proceduto ieri alla proclamazione del Sindaco di Palermo. Probabilmente ci vorranno altre due settimane per conoscere i risultati ufficiali dei consiglieri comunali e delle circoscrizioni. Stiamo monitorando con attenzione le attività di validazione dei risultati elettorali e dai documenti emerge un vero e proprio caos“. Lo affermano i portavoce al Comune di Palermo del Movimento 5 Stelle, Ugo Forello, Igor Gelarda, Giulia Argiroffi, Concetta Amella, Viviana Lo Monaco.

I presidenti di seggio e gli scrutatori, quasi la metà sostituiti per rinuncia – aggiungono dal M5s – sono stati mandati allo sbaraglio senza alcuna formazione, dovendo lavorare per almeno 30 ore di fila senza pausa alcuna. Lo spoglio è avvenuto in un clima di forte improvvisazione e i verbali, spesso vuoti o compilati erroneamente, sono lo specchio di tale clima. Gli Uffici stanno facendo uno sforzo enorme per ricomporre dati quanto meno realistici. E ancor peggio sarà quando si apriranno i verbali delle circoscrizioni“.

Per il Movimento 5 stelle “la Regione deve assumersi la responsabilità di questa situazione, avendo approvato una legge elettorale che non garantisce il corretto esercizio del diritto di voto”.La nostra attenzione in queste settimane sarà massima – annunciano i portavoce al Comune di Palermo del Movimento 5 Stelle – segnalando alle autorità competenti tutte le difformità e incongruenze che stiamo riscontrando. Di certo non è in discussione la riconferma del sindaco ma – annunciano – ci batteremo per difendere la corretta composizione del consiglio comunale e dei consigli circoscrizionali“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.