17 febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.38
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
Palermo

Sulle dichiarazioni del sindaco in Aula

Comune di Palermo, l’Ugl attacca Orlando sulla questione precari

6 febbraio 2019

 

Patrizia Biagi
Patrizia Biagi

Se c’è qualcuno che non sa cosa faccia la mano destra e cosa faccia la mano sinistra è proprio il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. Apprendiamo dalla stampa le dichiarazioni del primo cittadino nella giornata di ieri a proposito dei rilievi sollevati dagli ispettori del MEF :”gli ispettori del MEF hanno fatto una ispezione ma non conoscono le leggi dello stato, della regione e neppure cosa fa il loro vicino d’ufficio”  a dirlo Patrizia Biagi dirigente sindacale UGL e Daniele Galici, RSU UGL Comune di Palermo.

In riferimento invece alla difesa dei diritti dei “precari” “stabilizzati” del comune, il sindaco ha dichiarato “I loro sono diritti acquisiti, legittimi e intoccabili” “ aggiungono.

“Sono i suoi uffici che smentiscono il sindaco di Palermo. La nota del comune sostiene che è facoltà dell’Amministrazione e non un “diritto acquisito, legittimo ed intoccabile” come invece dichiarerebbe il sindaco. Delle due l’una: o il sindaco di Palermo dice cose non vere, o gli uffici negano i “diritti acquisiti, legittimi e intoccabili”… o “è terrorismo”?!” concludono Biagi e Galici.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Non sono mai Bianche

Chi sa quante volte era ritornato su quel posto con la mente. Ci tornava costantemente rivivendo la stessa mattinata, sempre la stessa, per cercare dove quella volta aveva sbagliato. Aveva poco più che trenta anni e lavorava da sempre.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Figlio inferiore e padre superiore

Le paturnie e i pensieri ossessivi sono alimentati dagli oggetti interiorizzati, dalla rappresentazione interna dei genitori, in questo caso, specialmente, del padre, idealizzato come uomo superiore, contro lui che è, invece, l’uomo inferiore.