Comune di Palermo: Orlando 'si lavora ai fianchi' la maggioranza, l'incontro a Villa Niscemi :ilSicilia.it
Palermo

Primo punto l'approvazione del bilancio consolidato

Comune di Palermo: Orlando ‘si lavora ai fianchi’ la maggioranza, l’incontro a Villa Niscemi

di
5 Giugno 2018

PALERMO – Il sindaco Leoluca Orlando ha incontrato la maggioranza a Villa Niscemi, per fare il punto sul primo anno di governo. Un incontro importante e probabilmente necessario per il Sindaco che tra un incontro e un altro rischia, quasi sempre, di perdere, pezzi, l’ultimo caso riguarda il consigliere comunale di Palermo 2022 Giulio Cusumano che alle dichiarazioni di Orlando, relative il Ponte Corleone, ha deciso di autosospendersi. Una maggioranza, dunque, sofferente ormai da tempo.

Una riunione, quella che si è tenuta ieri, per tracciare i passi delle prossime settimane, al tavolo con il primo cittadino presenti Fabio Giambrone, Dario Chinnici del Pd, Giusto Catania di Sinistra Comune, Gianluca Inzerillo di Sicilia Futura, Francesco Scarpinato di Democratici e popolari, Tony Sala di Palermo 2022 e Sandro Terrani del Mov139.

Al centro della discussione il bilancio consolidato che il consiglio si appresta a votare entro giovedì, questo consentirebbe a Orlando di presentarsi alle assemblee delle aziende con le carte in regola. Ma il primo cittadino scriverà, inoltre, al presidente del consiglio comunale per partecipare alla prossima conferenza dei capigruppo, così da stabilire gli atti più urgenti come il piano pubblicità e quello sulle farmacie, delibere, queste, che da tempo rimangono bloccate.

Quindi, nomina direttori generali, con conseguente riassetto delle partecipate; rimpasto della giunta, visto che da tempo il Consiglio, da entrambi i fronti, lamenta una mancanza di dialogo e collaborazione da parte degli assessori del Sindaco; risposte alle criticità sollevate dalla Corte dei conti e del ministero dell’Economia, su cui pressano le opposizioni, a cui probabilmente, verrà dedicata una seduta specifica in presenza del primo cittadino; questa potrebbe essere la scaletta dei provvedimenti che Orlando si potrebbe avviare ad attuare. Da precisare che sia per quanto riguarda il rimpasto della Giunta, che dovrebbe avere un’impronta politica, sia per quanto riguarda le partecipate, sui nomi, ha ribadito il Sindaco, che l’ultima parola spetterà comunque a lui, spiegando che vuole piazzare figure autorevoli.

Ma le criticità per il Sindaco non finiscono qui, infatti, nelle ultime settimane sono emersi problemi nella macchina amministrativa, che necessita un intervento immediato: il personale comunale e quello delle aziende, rivendica la stabilizzazione, il Coime il rinnovo del contratto, i videoterminalisti chiedono gli arretrati. Orlando ha preso l’impegno, che subito dopo l’approvazione del bilancio consolidato, di nominare un direttore generale che prenda il posto del Capo di Gabinetto, Sergio Pollicita, che intanto, è in attesa del secondo grado di giudizio, nel frattempo al suo posto la vice Licia Romano per la quale, a questo punto, non si esclude una possibile promozione.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.