Comune di Palermo: passa il Piano di alienazione, ma rimane fuori l'ex Chimica Arenella :ilSicilia.it
Palermo

votato a sala delle lapidi

Comune di Palermo: passa il Piano di alienazione, ma rimane fuori l’ex Chimica Arenella

28 Giugno 2019

E’ stato approvato in Consiglio Comunale il Piano alienazioni e valorizzazioni, un atto importante perché propedeutico per la discussione del bilancio in vista nei prossimi giorni.

Con l’approvazione di questo atto abbiamo fatto un passo avanti verso l’approvazione del Bilancio di Previsione 2019-2021, che mi auguro venga approvato entro la prossima settimana dal Consiglio Comunale, che senza alcun dubbio permetterà di sbloccare la spesa per l’Ente” afferma Sandro Terrani, capogruppo del Mov139.

Sandro TerraniDal Piano approvato una delle cose positive e che si otterranno dei risparmi nel tempo, dalla vendita di alcuni immobili ERP, poiché la manutenzione degli stessi non sarà più a carico dell’Amministrazione Comunale, bensì dei nuovi proprietari. Certamente è poco rispetto all’enorme patrimonio immobiliare che possiede il Comune, ma guardo il bicchiere mezzo pieno” procede Terrani.

Il piano non annovera fra i beni da alienare l’ex Chimica Arenella, infatti, spiega il consigliere Terrani “Sull’emendamento che riguarda l’eliminazione dell’ex Chimica Arenella, che il Consiglio ha votato a maggioranza, ritengo che sia stata una scelta politica giusta, poiché nel piano manca sia il modo di come si vuole alienare il bene (per intero o a blocchi) e l’effettivo valore dell’immobile” conclude il capogruppo del Mov139.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.