Comune di Palermo: pensionamenti, niente concorsi e disservizi per i cittadini. Intervista a Rosario Arcoleo (Pd) | Video :ilSicilia.it
Palermo

presidente commissione Affari generali

Comune di Palermo: pensionamenti, niente concorsi e disservizi per i cittadini. Intervista a Rosario Arcoleo (Pd) | Video

di
16 Ottobre 2019

Guarda in alto la video intervista

La macchina comunale di Palermo risente degli effetti della Quota 100 e dei pensionamenti in generale a causa dei quali tra quest’anno e il prossimo verranno meno circa 800 risorse, molti dipendenti sono a tempo parziale e i pochi full time spesso devono ricoprire ruoli che non gli competono.

Intanto non ci sono concorsi per assumere, cosa che comunque il comune di Palermo non può pensare di fare a causa del patto di stabilità siglato con il governo nazionale negli anni.

Una gestione dell’amministrazione che sembra zoppicare e i cittadini ne risentono in termini di servizi che vengono sempre meno.

“Il ragionamento più immediato è quello di passare i part time a full time per cominciare a gestire l’emergenza di emorragia di personale, ragionando anche in prospettiva di fare un concorso nel 2021“, afferma Rosario Arcoleo, consigliere comunale del Pd e presidente commissione Affari generali del comune di Palermo che aggiunge – “Nel 2020 c’è un problema legato alla nuova norma in materia di finanziaria degli enti locali e il Comune di Palermo sfora 4 punti su 8, superando così il 40% di quelli consentiti e di conseguenza dovrà comunque fare i conti con il Ministero per potere avviare un ragionamento sulle nuove contrattualizzazioni anche per quanto i passaggi da part time a full time“.

Intanto, si è discussa ieri a Sala della Lapidi la proposta di modifica dell’art.45 dello Statuto comunale che da la possibilità al Sindaco di portare da 8 a 11 la sua Giunta – come aveva anticipato a giugno ilSicilia.it – operazione che già il primo cittadino può mettere in atto grazie all’approvazione della legge regionale del 3 aprile 2019, il Consiglio comunale avrebbe dovuto deliberare entro 60 giorni dall’approvazione per adeguare lo Statuto comunale, ma qualcosa durante la seduta di ieri non è andata per il verso giusto “Intanto c’è da dire che oggi il sindaco è comunque nelle condizioni per potere nominare i 3 componenti della Giunta, elemento che viene specificato nella legge regionale, durante la seduta di ieri avremmo dovuto adeguare lo statuto comunale a una legge superiore che è quella regionale appunto. Solo ieri in Aula ho appreso di un problema di natura politica, evidenziato da due gruppi della maggioranza che hanno dichiarato di non volere votare un atto a titolo di adeguamento perchè chiedono un passaggio col Sindaco e con la maggioranza“.

Il problema politico nasce dal fatto che loro hanno espressioni in Giunta e che hanno votato a maggio favorevolmente quell’atto, adesso si cercherà di capire il prossimo passaggio durante l’incontro che ci sarà la settimana prossima tra il Sindaco e la maggioranza“, conclude Arcoleo.

 

LEGGI ANCHE:

 

Giunta di Orlando da 8 a 11: votata la modifica dello statuto, nuovo strappo in maggioranza

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro