Comune di Palermo: pensionamenti, niente concorsi e disservizi per i cittadini. Intervista a Rosario Arcoleo (Pd) | Video :ilSicilia.it
Palermo

presidente commissione Affari generali

Comune di Palermo: pensionamenti, niente concorsi e disservizi per i cittadini. Intervista a Rosario Arcoleo (Pd) | Video

16 Ottobre 2019

Guarda in alto la video intervista

La macchina comunale di Palermo risente degli effetti della Quota 100 e dei pensionamenti in generale a causa dei quali tra quest’anno e il prossimo verranno meno circa 800 risorse, molti dipendenti sono a tempo parziale e i pochi full time spesso devono ricoprire ruoli che non gli competono.

Intanto non ci sono concorsi per assumere, cosa che comunque il comune di Palermo non può pensare di fare a causa del patto di stabilità siglato con il governo nazionale negli anni.

Una gestione dell’amministrazione che sembra zoppicare e i cittadini ne risentono in termini di servizi che vengono sempre meno.

“Il ragionamento più immediato è quello di passare i part time a full time per cominciare a gestire l’emergenza di emorragia di personale, ragionando anche in prospettiva di fare un concorso nel 2021“, afferma Rosario Arcoleo, consigliere comunale del Pd e presidente commissione Affari generali del comune di Palermo che aggiunge – “Nel 2020 c’è un problema legato alla nuova norma in materia di finanziaria degli enti locali e il Comune di Palermo sfora 4 punti su 8, superando così il 40% di quelli consentiti e di conseguenza dovrà comunque fare i conti con il Ministero per potere avviare un ragionamento sulle nuove contrattualizzazioni anche per quanto i passaggi da part time a full time“.

Intanto, si è discussa ieri a Sala della Lapidi la proposta di modifica dell’art.45 dello Statuto comunale che da la possibilità al Sindaco di portare da 8 a 11 la sua Giunta – come aveva anticipato a giugno ilSicilia.it – operazione che già il primo cittadino può mettere in atto grazie all’approvazione della legge regionale del 3 aprile 2019, il Consiglio comunale avrebbe dovuto deliberare entro 60 giorni dall’approvazione per adeguare lo Statuto comunale, ma qualcosa durante la seduta di ieri non è andata per il verso giusto “Intanto c’è da dire che oggi il sindaco è comunque nelle condizioni per potere nominare i 3 componenti della Giunta, elemento che viene specificato nella legge regionale, durante la seduta di ieri avremmo dovuto adeguare lo statuto comunale a una legge superiore che è quella regionale appunto. Solo ieri in Aula ho appreso di un problema di natura politica, evidenziato da due gruppi della maggioranza che hanno dichiarato di non volere votare un atto a titolo di adeguamento perchè chiedono un passaggio col Sindaco e con la maggioranza“.

Il problema politico nasce dal fatto che loro hanno espressioni in Giunta e che hanno votato a maggio favorevolmente quell’atto, adesso si cercherà di capire il prossimo passaggio durante l’incontro che ci sarà la settimana prossima tra il Sindaco e la maggioranza“, conclude Arcoleo.

 

LEGGI ANCHE:

 

Giunta di Orlando da 8 a 11: votata la modifica dello statuto, nuovo strappo in maggioranza

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.