25 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 09.51
Palermo

il 23 dicembre alle ore 11

Concerto di Natale a Palermo: “Easy Jazz Project in Christmas”

21 Dicembre 2018

Metro Harp & Theatre con la direzione artistica di Francesco Panasci presenta: Easy Jazz Project in Christmas

Marianna Costantino voce Joe (Giuseppe) Costantino al piano Francesco Rabboni al contrabbasso Gaspare Palazzolo al sax

23 dicembre 2018 ore 11.00 Palazzo Ajutamicristo Via Garibaldi n. 41 Palermo

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

easy jazzEasy Jazz Project in Christmas – concerto inserito nell’ambito della rassegna musico-culturale-teatrale, a firma di Francesco Panasci per l’Associazione Culturale ECU, Metro Harp & Theatre.

Secondo appuntamento per gli Easy Jazz Project che, con questo concerto, desiderano condividere col pubblico locale e turistico, attimi di musica e sonorità per augurarVi Buon Natale, insieme all’associazione Ecu e il suo Presidente Francesco Panasci.

Il concerto propone un repertorio molto articolato in standard della tradizione jazz mondiale sotto l’attenta elaborazione del maestro Joe (Giuseppe) Costantino, musicista versatile con uno stile orientato all’improvvisazione di grandi pianisti del panorama jazz mondiale e nuova leva del panorama nazionale del Jazz d’autore.

easy jazzEasy Jazz Project si esibirà in una formazione di quartet, con artisti che godono di grande rispetto e che vantano collaborazioni con artisti nazionali e internazionali. L’idea è quella di accostare il jazz alla tradizione natalizia al fine di riproporre alcune tra le canzoni più conosciute da tutti, addetti ai lavori e non, ponendo in essere un genere musicale quale il jazz, musica di cultura, aggregazione e di notevole valenza.

Da diversi anni, il santo Natale si arricchisce sempre più di suoni espansi fino a occupare ogni piccolo angolo di ogni luogo in tutto il mondo; la musica jazz ha da sempre utilizzato la canzone reinventandone l’armonia per metterla al servizio dell’improvvisazione, perché quindi attingere esclusivamente dal repertorio musicale americano, quando anche le song natalizie sono universalmente riconosciute come il patrimonio musicale del mondo? Da qui il nome “Easy Jazz” in quanto il repertorio proposto risulta essere raffinato ed elegante, ma allo stesso tempo coinvolgente e riesce ad esprimere un sound personale che diviene un viaggio che dalle radici della musica nera blues, attraversa la “galassia” dei cosiddetti standard per approdare, in momenti alterni, ad un territorio fatto di suggestive rivisitazioni di celebri motivi natalizi.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Per chi forse ha già dimenticato

“Dottore questa volta non ce l’ho fatta, non ho fatto storie, non ho permesso a loro di attaccarmi le lunghe maniche bianche dietro la schiena, non ho voluto fare il “bastian contrario” come sempre e ho preso la loro medicina. A che serviva ancora dire che non era giusto? E poi a chi? In quanti siamo rimasti? Mi sono dovuto prostrare come tutti, mi sono dovuto distrarre, avrei dovuto imparare ad essere più ipocrita, mi sarebbe bastato vendere il mio intelletto".
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Il ricordo di Falcone: un’occasione persa per una memoria condivisa

Oggi è una di quelle date che dovrebbe essere patrimonio di tutti e invece, il ricordo del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, è diventato l'occasione per divisioni, distinguo, accuse, veleni, lenzuoli di protesta ai balconi e contromanifestazioni.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.