Concessione di suolo pubblico, Fipe Confcommercio Palermo: "Urge deroga al regolamento" :ilSicilia.it
Palermo

La dichiarazione

Concessione di suolo pubblico, Fipe Confcommercio Palermo: “Urge deroga al regolamento”

di
3 Maggio 2021

Fipe Confcommercio Palermo chiede al Comune di Palermo di adottare urgentemente una deroga al regolamento per la concessione del suolo pubblico, consentendo ai pubblici esercizi, quando la Sicilia tornerà in zona gialla, l’autorizzazione a utilizzare gli spazi esterni ai fini della somministrazione di cibi e bevande alla clientela nel rispetto del codice della strada che è un elemento di sicurezza imprescindibile per tutti i cittadini di Palermo.

Nella lettera, inviata al sindaco Orlando, agli assessori al ramo Martorana e Catania e ai componenti della Sesta Commissione, viene chiesta anche la proroga delle concessioni scadute fino al 31 dicembre 2022.

“È una deroga vitale per i pubblici esercizi – dice Antonio Cottone, presidente di Fipe Confcommercio Palermoconsiderato che, con i protocolli Covid, si sono più che dimezzati i coperti all’interno dei locali e la somministrazione all’esterno riduce fino a un sesto i posti complessivi di un pubblico esercizio mentre rimangono invariati i costi fissi. Abbiamo ritenuto di fondamentale importanza operare in sinergia col Comune di Palermo per mettere in campo tutte le azioni idonee a garantire la migliore ripresa delle attività che sono allo stremo dopo un anno e mezzo di pandemia”.

Qualora fosse possibile, – prosegue il presidente Fipe –proprio in considerazione delle ingenti perdite economiche delle imprese del settore, si chiede la possibilità della concessione totalmente gratuita del suolo pubblico all’aperto. Sarà fondamentale – conclude Cottone – semplificare le procedure burocratiche, per questo motivo abbiamo chiesto che la perizia asseverata venga sostituita da un’autocertificazione”.

Nella nota al Comune, Fipe Confcommercio Palermo chiede anche che venga superato lo “stallo tra il Comune di Palermo e l’Amat sui rimborsi degli spazi oggi destinati ai parcheggi a pagamento, che potrebbero essere ceduti ai ristoranti per collocare i dehors. Nella fattispecie, vista la mancata quantificazione da parte dell’Amat dei relativi rimborsi, si chiede un impegno verso questa direzione.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.