Conclusa la Linguaglossa Piano Provenzana: successo per la manifestazione motoristica sull'Etna :ilSicilia.it
Catania

l'evento

Conclusa la Linguaglossa Piano Provenzana: successo per la manifestazione motoristica sull’Etna

di
10 Settembre 2021

La 1^ edizione del nuovo ciclo della Linguaglossa Piano Provenzana ha centrato l’obiettivo di riportare una manifestazione motoristica su un tracciato riconosciuto da tutti fra I più belli d’Italia. L’Etna è così tornato ad avere tutte le sue cronoscalate che un tempo rappresentavano il tempio della Velocità Montagna siciliana. La prima edizione della Linguaglossa Piano Provenzana è stata apprezzata sotto ogni aspetto, i piloti hanno esaltato quello sportivo e tecnico, di un tracciato vario e completo delle caratteristiche più amati dagli “scalatori”; il Comune, la Città Metropolitana di Catania e la Regione hanno confermato piena fiducia nell’evento che si è rivelato in tutta la sua efficacia di volano concreto per un territorio dalle tante ricchezze da offrire a chi lo scopre e desidera viverlo in tutta la sua bellezza.

La completa integrazione tra i componenti della squadra di successo che già lavora per il futuro della Linguaglossa – Piano Provenzana è chiaro nelle parole del Primo Cittadino del comune etneo Salvatore Puglisi: “Ancora una volta il lavoro di una squadra coesa ha pagato. La riuscita della manifestazione è frutto del lavoro di tutti non solo dell’organizzatore e del Comune, ma anche dell’Assessore allo sport Bruno Damino, della Città Metropolitana di Catania di cui è Sindaco Salvo Pogliese; dell’assessore Regionale allo Sport Manlio Messina e del Presidente del Parco dell’Etna, Carlo Caputo. Come Amministrazione di Linguaglossa siamo molto attenti a valorizzare eventi di questo genere che costituiscono un forte impulso sul territorio. Linguaglossa è stata sede di arrivo di una tappa del Giro D’Italia e quest’anno siamo riusciti a portare nella nostra cittadina artisti e musicisti di primissimo ordine per le serate estive. I risultati dimostrano chiaramente che per esaltare un territorio così attraente come il nostro, gli investimenti mirati su iniziative con evidenti caratteristiche di efficace volano, trovano certa capitalizzazione, pertanto sono da considerare necessari, oltre che proficui”.

Dei valori della gara è sempre certa l’organizzazione di Passione & Sport capitanata da Michele Vecchio, che ha confermato: “Sapevamo che sarebbe stata una prova generale, più una edizione zero piuttosto che una prima e come tale l’abbiamo pensata e gestita. Abbiamo messo in campo un numero notevole di forze e così provati tutti gli ingranaggi, riuscendo comunque a dare uno spettacolo agonistico di alto livello. Piena gratitudine al gruppo di appassionati di Linguaglossa che hanno collaborato alla riuscita della manifestazione con massimo impegno. Sono lieto che dai piloti siano arrivati grandi apprezzamenti e che tutti i nostri partner pubblici e privati abbiano più volte sottolineato che sono evidenti le molteplici potenzialità della competizione che naturalmente vano esaltate con un lavoro costante e concreto”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin