Concorsi, 5 mila posti di lavoro nella Pubblica Amministrazione :ilSicilia.it

per gli anni 2019 – 2020 – 2021

Concorsi, 5 mila posti di lavoro nella Pubblica Amministrazione

di
18 Settembre 2019

Con il Decreto sottoscritto i ministri della Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, e il Ministro dell’Economia, Giovanni Tria hanno firmato per lo sblocco di oltre 5 mila assunzioni nella Pubblica Amministrazione per gli anni 2019 – 2020 – 2021.

Le nuove assunzioni  prevedono inserimenti a tempo indeterminato, ma si attende la registrazione da parte della Corte dei conti e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Le numerose nuove assunzioni coinvolgeranno i principali ministeri, agenzie fiscali, l’Enac, l’ACI, l’INAIL, l’Agenzia delle Dogane e altri enti statali, il tutto grazie al provvedimento che offrirà 500 Mila nuovi inserimenti entro i prossimi 4 anni, il tutto per assicurare il turn over del personale per coprire i posti vacanti dei dipendenti che andranno in pensione.

Previsti infatti grazie alla Quota 100 svuotamento di risorse nella Pubblica Amministrazione, circa 250 mila uscite, e con il nuovo Decreto si arginerà l’esodo e si favorirà il ricambio generazionale nelle amministrazioni statali.

Le nuove 5 mila assunzioni saranno rese possibili anche grazie al provvedimento che autorizza varie Amministrazioni ad assumere e a bandire concorsi grazie allo sblocco di fondi economici a valere sui budget disponibili negli scorsi anni. Ecco i diversi profili richiesti dai nuovi concorsi:

107 posti – PCM – Presidenza del Consiglio dei Ministri;
19 posti – Protezione Civile;
411 posti – MEF – Ministero dell’Economia e delle Finanze;
515 posti – MIUR – Ministero Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;
23 posti – Ministero del Lavoro;
44 posti – MiPAAFT – Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e del Turismo – Ruolo Agricoltura;
32 posti – MiPAAFT – Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e del Turismo – Ruolo ICQRF;
112 posti – MAECI – Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale;
25 posti – MATTM Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare;
88 posti – Ministero della Giustizia, Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità;
111 posti – Corte dei Conti;
70 posti – Ministero dello Sviluppo Economico;
1677 posti – Ministero dell’Interno;
130 posti – Ministero dell’Interno (prefetti);
54 posti – ENAC – Ente Nazionale Aviazione Civile;
4 posti – AGENAS – Agenzia Nazionale per i servizi sanitari regionali;
15 posti – ICE – Agenzia per la Promozione all’estero e l’Internazionalizzazione delle imprese italiane;
347 posti – Agenzia delle Entrate;
308 posti – INAIL – Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro;
628 posti – Agenzia delle dogane;
280 posti – ACI – Automobile Club d’Italia;
3 posti – ANSF – Agenzia Nazionale per la sicurezza delle Ferrovie;
16 posti – AGEA – Agenzia per le erogazioni in agricoltura.

La selezione dei candidati sarà effettuata mediante lo scorrimento di graduatorie già esistenti, e le procedure di selezione saranno visionabili sui diversi siti dei rispettivi enti pubblici.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin