Concorso agenti di Polizia: "Ferme le assunzioni degli idonei" :ilSicilia.it

Lo dice il Segretario del COISP Sicilia Maurizio Senise

Concorso agenti di Polizia: “Ferme le assunzioni degli idonei”

di
1 Agosto 2019

Si continuano a registrare, nel solo anno in corso – afferma il Segretario del COISP Sicilia, Maurizio Senise – centinaia di aggressioni a uomini delle Forze dell’Ordine, divenute talvolta tragedie, come accaduto recentemente a Roma con l’uccisione del Sottufficiale dell’Arma del Carabinieri Mario Rega nell’esercizio delle sue funzioni.

Negli ultimi 20 anni, l’organico della Polizia di Stato, si è ridotto di oltre il 15% e la Sicilia segue lo stesso trend visto che, solo a Palermo mancano almeno 600 agenti.

“Ad oggi, – ribadisce il Segretario – due aliquote di personale prontamente disponibile, rispettivamente 61 e 161 militari, già risultati idonei alle selezioni per rivestire la qualifica di Agente della Polizia di Stato, non sono stati ancora assunti e quindi non assorbiti dalla graduatoria a scorrimento per un vizio di natura legislativa che, nello specifico, dovrà essere superato al più presto per non disperdere ulteriori risorse umane e tutelare il diritto all’assunzione di uomini e donne dalle forti motivazioni.

La carenza di personale, di mezzi e risorse, è tale da costringere i poliziotti a turni massacranti e sempre più spesso soggetti a stress lavoro-correlato. Ciò riguarda anche il personale inquadrato nei settori burocratici che spesso viene impiegato in servizi legati al controllo del territorio, tutto questo incide negativamente sul funzionamento dell’apparato amministrativo che si avvia verso il collasso.

Inoltre, la carenza di auto e divise – prosegue Senise – vede le prime in parte vetuste e spesso ricoverate per guasti senza alcuna sostituzione, e le seconde, usurate negli anni, senza la possibilità di sostituzione per l’endemica mancanza di taglie.

Non è più possibile – conclude Senise – attendere ancora oltre un reale potenziamento di tutto l’apparato Sicurezza in Sicilia come nel resto del Paese, al fine di adeguarne gli organici ed offrire ai Servitori dello Stato tutti gli strumenti necessari a garantire la propria l’incolumità e la stessa vita, quotidianamente sempre più esposta a rischi inaccettabili”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.