Concorso agenti di Polizia: "Ferme le assunzioni degli idonei" :ilSicilia.it

Lo dice il Segretario del COISP Sicilia Maurizio Senise

Concorso agenti di Polizia: “Ferme le assunzioni degli idonei”

1 Agosto 2019

Si continuano a registrare, nel solo anno in corso – afferma il Segretario del COISP Sicilia, Maurizio Senise – centinaia di aggressioni a uomini delle Forze dell’Ordine, divenute talvolta tragedie, come accaduto recentemente a Roma con l’uccisione del Sottufficiale dell’Arma del Carabinieri Mario Rega nell’esercizio delle sue funzioni.

Negli ultimi 20 anni, l’organico della Polizia di Stato, si è ridotto di oltre il 15% e la Sicilia segue lo stesso trend visto che, solo a Palermo mancano almeno 600 agenti.

“Ad oggi, – ribadisce il Segretario – due aliquote di personale prontamente disponibile, rispettivamente 61 e 161 militari, già risultati idonei alle selezioni per rivestire la qualifica di Agente della Polizia di Stato, non sono stati ancora assunti e quindi non assorbiti dalla graduatoria a scorrimento per un vizio di natura legislativa che, nello specifico, dovrà essere superato al più presto per non disperdere ulteriori risorse umane e tutelare il diritto all’assunzione di uomini e donne dalle forti motivazioni.

La carenza di personale, di mezzi e risorse, è tale da costringere i poliziotti a turni massacranti e sempre più spesso soggetti a stress lavoro-correlato. Ciò riguarda anche il personale inquadrato nei settori burocratici che spesso viene impiegato in servizi legati al controllo del territorio, tutto questo incide negativamente sul funzionamento dell’apparato amministrativo che si avvia verso il collasso.

Inoltre, la carenza di auto e divise – prosegue Senise – vede le prime in parte vetuste e spesso ricoverate per guasti senza alcuna sostituzione, e le seconde, usurate negli anni, senza la possibilità di sostituzione per l’endemica mancanza di taglie.

Non è più possibile – conclude Senise – attendere ancora oltre un reale potenziamento di tutto l’apparato Sicurezza in Sicilia come nel resto del Paese, al fine di adeguarne gli organici ed offrire ai Servitori dello Stato tutti gli strumenti necessari a garantire la propria l’incolumità e la stessa vita, quotidianamente sempre più esposta a rischi inaccettabili”.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.