26 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.28
Trapani

Per il secondo anno consecutivo

Concorso robotica della Nasa: in finale gli studenti dell’ITI “Leonardo da Vinci” di Trapani

14 Gennaio 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Grande soddisfazione per il risultato ottenuto dagli studenti dell’ITI “Leonardo da Vinci” di Trapani che partiranno per Boston il 26 gennaio per partecipare all’iniziativa ZeroRobotics, competizione di robotica organizzata ogni anno dal Massachusetts Institute of Technology (MIT) e dalla NASA, aperta agli studenti delle scuole secondarie superiori e supportata in Italia da Politecnico di Torino, Università di Padova, Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia, Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte e Rete Robotica a Scuola.

Domenica 27 gennaio il MIT ha organizzato una visita guidata per il Campus, e la visita agli Space Lab: i laboratori dove i ricercatori del MIT hanno progettato e costruito gli SPHERES.

La gara, che si svolgerà sulla ISS avrà luogo il 28, con la diretta dalla ISS, e il collegamento con la sede Europea di Alicante, e con quella Australiana di Sidney. I ragazzi, Davide Buffa, Bruno Palermo, Alessandro Rizzo, Ivan Tuselli, Davide Vultaggio, visiteranno dopo Boston, New York, per poi ritornare a Trapani.

leonardo da vinciLa competizione di quest’anno è denominata “ECO-SPHERES”. E’ ispirata ad una problematica di “inquinamento” spaziale. La bassa orbita terrestre (Low Earth Orbit, LEO), quella occupata dai satelliti impiegati per lo studio del clima, previsioni metereologiche, studio degli oceani e delle terre emerse, è sempre più affollata. Potrà darsi l’esigenza di dover recuperare un satellite in avaria per ripararlo o semplicemente per rimuoverlo. Per far questo, molto verosimilmente verrà impiegato un altro satellite. Questo dovrà essere capace di attraversare una zona piena di detriti o semplicemente evitare gli altri satelliti in orbita (quindi il satellite può andare incontro a urti indesiderati che rischiano di danneggiarlo, compromettendo la sua capacità di muoversi), per poi andare a recuperare un satellite in avaria.

A sposare il progetto sponsorizzandolo: i consiglieri comunali – Spagnolo Giuseppe (comune di Erice); Spada Grazia (comune di Trapani), che si sono fatti fin da subito promotori di iniziative a sostegno dei nostri ragazzi.

Ma donazioni sono arrivate da: Comune di Trapani, sindaco Giacomo Tranchida, la giunta ed il consiglio comunale; Comune di Erice, sindaco Daniela Toscano, la giunta ed il consiglio comunale; Comune di Valderice, sindaco Francesco Stabile, la giunta ed il consiglio comunale; Nino Castiglione s.r.l., che ogni anno – da 4 anni – sovvenziona i ragazzi; Automondo concessionaria Kia; Parrocchia di Cristo Re, Misercordia e S. Andrea; Camera di Commercio di Trapani; HTS-Enologia (Marsala); Lions Club Trapani; Oratorio Salesiano di Trapani e Parrocchia Maria Ausiliatrice e il signor Vacirca.

 

Nel video i ragazzi che hanno partecipato alla competizione l’anno scorso.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Per chi forse ha già dimenticato

“Dottore questa volta non ce l’ho fatta, non ho fatto storie, non ho permesso a loro di attaccarmi le lunghe maniche bianche dietro la schiena, non ho voluto fare il “bastian contrario” come sempre e ho preso la loro medicina. A che serviva ancora dire che non era giusto? E poi a chi? In quanti siamo rimasti? Mi sono dovuto prostrare come tutti, mi sono dovuto distrarre, avrei dovuto imparare ad essere più ipocrita, mi sarebbe bastato vendere il mio intelletto".
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Il ricordo di Falcone: un’occasione persa per una memoria condivisa

Oggi è una di quelle date che dovrebbe essere patrimonio di tutti e invece, il ricordo del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, è diventato l'occasione per divisioni, distinguo, accuse, veleni, lenzuoli di protesta ai balconi e contromanifestazioni.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.