Condomini morosi a Messina: blitz di De Luca "a muso duro" :ilSicilia.it
Messina

accertamento in corso sulle utenze

Condomini morosi a Messina: blitz di De Luca “a muso duro”

26 Novembre 2019

Blitz del sindaco di Messina, Cateno De Luca nei complessi condominiali della città per accertare la situazione in riferimento alle morosità riscontrate dall’ente locale in alcuni immobili di proprietà di Palazzo Zanca.

Questa mattina la Polizia Municipale coordinamento Ambiente e Rifiuti e il personale dell’ufficio tributi, hanno supportato la MessinaServizi e la ditta Inpost per la consegna dei carrellati in alcuni condomini della zona di Santa Lucia Sopra Contesse.

“Si è potuto procedere ad un accertamento diretto delle utenze iscritte a ruolo, anche in quei condomini privi di amministratore – afferma De Luca -. Domani si procederà ancora con la consegna dei carrellati nei condomini e dei mastelli nelle utenze singole. L’Ufficio Tributi è già a lavoro per l’avvio delle procedure per le utenze che nella data odierna sono risultate non iscritte a ruolo. Ringraziamo tutti i residenti e gli amministratori, intanto, per la loro collaborazione, essenziale per l’avvio del porta a porta”.

Proprio nei giorni scorsi De Luca aveva lanciato il suo monito ai morosi, preannunciando per circa 20 mila utenze una “ecatombe” di distacchi e riduzioni del servizio idrico in città che potrebbe compiersi da qui a fine anno per diversi operatori economici e residenti, e aveva quindi fatto pervenire un messaggio agli abitanti di ogni condominio dove si registrano pendenze verso la casa municipale anche per quanto concerne il canone d’affitto.

De Luca a Santa Lucia, condomini morosiNel mirino del primo cittadino di Messina “la situazione di tutti i condomini di proprietà del Comune o di proprietà dell’Iacp”.

“A Bisconte ad esempio – ha spiegato De Luca – ci sono 189 inquilini. Ho chiesto la lista agli uffici comunali per capire come stanno le cose tra chi paga e chi non paga, e risulta che il 50% non paga. E sono in regola soltanto 45 inquilini mentre altri 45 sono parzialmente in regola. Ribadisco che rispetto al passato noi siamo persone attente e lo saremo sempre di più. Bisogna mettersi in regola al più presto, con acqua, servizi e quanto altro ancora. È necessario regolarizzare le posizioni. A Messina ogni condominio è in questa situazione, uno più o uno in meno tutti hanno la stessa problematica di morosità”.

Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Scuola, “prorogare il contratto degli insegnanti precari”

Giovanna D’Agostino è la presidente dell’Associazione “Insieme per il sostegno” di cui fanno parte centinaia di insegnanti precari. In questa intervista si fa portavoce del sentire degli insegnanti precari chiedendo al Governo Conte la proroga del contratto al 31 agosto per tutti i precari della scuola
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona