Confindustria Sicilia, Montante: ha chiesto di parlare in aula :ilSicilia.it
Caltanissetta

l'annuncio

Confindustria Sicilia, Montante: ha chiesto di parlare in aula

di
16 Aprile 2021

L’ex leader di Confindustria Sicilia, Antonello Montante, ha annunciato, per la prima volta, di volere parlare in aula e chiesto di essere sottoposto ad esame delle parti per chiarire la sua posizione. E’ emerso durante l’udienza del processo di secondo grado sul cosiddetto ‘sistema Montante’ che si celebra con rito abbreviato, a porte chiuse, a Caltanissetta.

Esco dall’udienza dinanzi alla Corte d’appello di Caltanissetta – ha scritto su Fb l’avvocato Carlo Taormina annunciando l’intenzione del suo assistito – Antonello Montante ha chiesto di poter vuotare il sacco e di essere sottoposto all’interrogatorio del procuratore generale, delle parti civili e dei suoi difensori. Intende ristabilire la verità e l’onestà di dodici anni della sua vita impegnata nel combattere la mafia imprenditoriale in ambito locale e nazionale, anche al fine di indicare i comportamenti della magistratura e delle istituzioni che lo hanno sollecitato e sostenuto nella meritoria opera anticriminale compiuta all’insegna di Confindustria Nazionale di cui era il delegato per la legalità“.

“Montante – spiega Taormina – che nel processo di primo grado non ha mai reso dichiarazioni per le sue condizioni di salute, ha ritenuto che la Corte Nissena che deve giudicarlo sia da ritenere affidabile ed imparziale e che questa sia la sede giusta per mettere fine al massacro al quale continua ad essere sottoposto e che merita la dovuta risposta. La Corte – rivela il penalista – ha accolto la richiesta e sono state fissate tre prime udienze nel corso della quali Montante chiarirà la sua posizione e quella di magistratura e istituzioni continuamente chiamate in causa come protagoniste del così detto Sistema Montante. Il dado è tratto. Primo appuntamento all’udienza dell’11 giugno 2021 e a seguire“.

Il procuratore generale si era opposto alla richiesta che invece è stata accolta dalla corte presieduta da Andreina Occhipinti che ha disposto ben 3 udienze nel corso del quale sarà sentito l’ex leader di Confindustria. Montante, che è assistito anche dall’avvocato Giuseppe Panepinto, sarà interrogato dai giudici i prossimi 11, 12 e 18 giugno. La Corte ha accolto l’eccezione della difesa di Montante e ha dichiarato la nullità delle dichiarazioni rese dal teste Alfonso Cicero nel giudizio di primo grado.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.