Confindustria: "Sui Fondi europei ancora silenzio e ritardi dalla Regione" :ilSicilia.it

"Stendiamo un velo pietoso sui sindacati"

Confindustria: “Sui Fondi europei ancora silenzio e ritardi dalla Regione”

di
12 Settembre 2020

«Il tempo scorre inesorabilmente e dalla Regione Siciliana solo silenzio in merito alla riprogrammazione dei fondi europei che ha superato da mesi il vaglio dell’Ars. Qualche cenno sulla stampa ogni tanto, ma il ritardo è desolante. Come se non fosse bastato il lungo stop dovuto alla pandemia, anche l’estate ha concorso a frenare il già di per sé problematico sistema produttivo dell’Isola. Un bando da 128 milioni di euro per dei fondi previsti nella finanziaria regionale “anti Covid” di aprile sarebbe già pronto, ma servirebbero ancora 2 settimane per la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale».

Lo denuncia Salvatore Gangi, presidente del Comitato regionale Piccola Industria di Confindustria in Sicilia.

Intanto, prosegue, «aziende, famiglie e professionisti siciliani restano in perenne vana attesa di misure ad hoc che potrebbero mutare in meglio i loro destini. Dalla suddetta finanziaria regionale sono ormai trascorsi circa cinque mesi e dei primi 400 milioni di euro di intervento previsti nemmeno l’ombra. Lo stesso dicasi per la programmazione dei fondi 2021-2027. Noi, come rappresentati dei piccoli industriali siciliani, non ci stancheremo mai di pungolare politica e burocrazia, ma davvero pare di essere davanti a un muro di gomma.

Invano il presidente della Regione, Nello Musumeci, è intervenuto con decisione lungo questo 2020 sul personale dell’ente, ma l’apparatik dei funzionari e dei dirigenti, a qualsiasi livello della scala gerarchica, sembra trovare la sua ragion d’essere proprio nel rallentare l’azione amministrativa. E stendiamo un velo pietoso sul riflesso condizionato che spinge i sindacati a difendere chi è oggettivamente indifendibile».

 

 

LEGGI ANCHE:

Musumeci attacca i regionali: “L’80% si gratta la pancia”

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin