Conservatorio Vincenzo Bellini: al via la stagione 2018 ricca di appuntamenti :ilSicilia.it
Palermo

Inaugurazione il 4 marzo

Conservatorio Vincenzo Bellini: al via la stagione 2018 ricca di appuntamenti

22 Febbraio 2018

La programmazione della stagione 2018 del Conservatorio “Vincenzo Bellini di Palermo si presenta ricca e poliedrica nelle declinazioni che vedranno non solo concerti ma anche workshop, masterclass, incontri che spazieranno dal Barocco, al Contemporaneo e al Jazz.

pianoforte conservatorio Bellini

L’inaugurazione avverrà il 4 marzo, alle 18, al Teatro Massimo con una grande festa che impiegherà un nuovo pianoforte suul palco insieme all’Orchestra sinfonica Bellini, diretta da Carmelo Caruso, e il Coro del Conservatorio, maestro del Coro Fabio Ciulla.

Il programma eseguito vedrà le musiche di Johannes Brahms eseguite dal solista ospite, il pianista Fabio Romano, formatosi al Conservatorio di Palermo, che da tempo vive a Monaco di Baviera dove insegna pianoforte alla “Hochschule für Musik und Theater”.

In questo anno in cui Palermo è Capitale Italiana della Cultura, il principale filo conduttore della Stagione, che si apre in una prospettiva europea con il neoclassicismo di Brahms, sarà la valorizzazione dei musicisti e dei compositori siciliani e palermitani”, spiega il direttore Gregorio Bertolino, annunciando la lunga Stagione del Conservatorio, che vedrà impegnato l’Istituto da marzo a dicembre con attività artistiche, artistico-didattiche e progetti che guardano al sociale.

Librizzi - Bertolino

Dopo aver celebrato i 400 anni di storia, il Conservatorio si inserisce nella prospettiva dello straordinario anno culturale che vivrà Palermo, come uno dei più dinamici e fondamentali punti di riferimento della città” – conclude il presidente Gandolfo Librizzi.

Il calendario presenta concerti, progetti istituzionali, convegni, attività per gli studenti in dialogo con con il Goethe Institut, ed eventi in collaborazione con la Fondazione Teatro Massimo e gli Amici della musica.

Per restare nell’ambito della storia della musica in Sicilia è da ricordare il Laboratorio sull’opera compositiva di Eliodoro Sollima, ideato dai docenti della scuola di Composizione e da Anna Maria Sollima che prevede, in un’articolata serie di incontri aperti alla città, lo studio, l’analisi e l’esecuzione di alcune tra le più rappresentative partiture del compositore.

Sempre quest’anno il Conservatorio ospiterà, inoltre, il prestigioso Premio Nazionale delle Arti per la sessione “Strumenti a percussione” con i migliori studenti dei conservatori italiani.

La lunga serie di appuntamenti si svolgerà in diverse sedi della città: dalla Sala Scarlatti al Teatro di Santa Cecilia con l’Orchestra Jazz Siciliana e la Balarm Sax Orchestra, dall’Oratorio di Santa Cita alla Chiesa di San Domenico per citarne alcune.

Il programma si concluderà a dicembre, mese ricco di appuntamenti che vedrà, fra gli altri, il gradito ritorno a Palermo del soprano Desirée Rancatore.

 


Foto di Rosellina Garbo
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.