Consiglio comunale di Palermo in ferie, in sospeso i regolamenti della città :ilSicilia.it
Palermo

l'appello di Sicilia Futura

Consiglio comunale di Palermo in ferie, in sospeso i regolamenti della città

10 Agosto 2019

Pausa estiva per il consiglio comunale di Palermo mentre in sospeso rimangono diversi provvedimenti,  come le modifiche al regolamento dehors e il regolamento sull’inclusione sociale, utili per mandare avanti l’economia della città.

Inaccettabile l’immobilismo del Consiglio Comunale che va in ferie senza adottare importanti provvedimenti fortemente attesi dagli operatori economici e dalle famiglie più disagiate della città“, il grande rammarico per lo stato di grave stallo politico viene manifestato dai consiglieri comunali di Sicilia Futura, Gianluca Inzerillo, Catia Meli, Giusi Russa e Ottavio Zacco, che in questi giorni hanno rappresentato a più riprese la necessità di rendere proficui i lavori dell’Aula.

L’opposizione approfittando della debolezza della maggioranza è stata insensibile all’appello lanciato dagli esponenti di Sicilia Futura ed ha posto condizioni inaccettabili per la convocazione del consiglio comunale“, prosegue il gruppo consiliare.

Chiediamo l’intervento del sindaco per richiamare tutti i consiglieri di maggioranza ad un assunzione di responsabilità rispetto alle proprie prerogative nel sostenere l’azione di governo della città che non può essere bloccata dalla irresponsabile azione ostruzionistica delle minoranze“, aggiungono.

Siamo stanchi di assistere alle sceneggiate di qualche collega che in Aula al microfono grida che la priorità del consiglio comunale deve essere quella di approvare atti e regolamenti per la città e poi al microfono spento non si ha alcuna intenzione di dare seguito a quanto poco prima dichiarato“, concludono i consiglieri comunali di Sicilia Futura.

© Riproduzione Riservata
Tag:
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.