17 febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.38
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
Messina

il sindaco di Castelmola denuncia "atti irregolari"

Consorzio Rete Fognante di Taormina: Russo chiede le dimissioni del presidente

12 febbraio 2019

Bufera sul Consorzio Rete Fognante dei Comuni di Taormina, Giardini Naxos, Castelmola e Letojanni. Il sindaco di Castelmola, Orlando Russo, ha chiesto ufficialmente che venga sollevato dall’incarico Salvatore Bonaffini, il presidente dell’ente consortile che si occupa della depurazione delle acque nel primo polo turistico siciliano, denunciando “gravi irregolarità nella gestione del Consorzio”. Russo ha inviato una lettera ai colleghi sindaci di Taormina (Mario Bolognari, Giardini (Nello Lo Turco) e Letojanni (Alessandro Costa) richiedendo “un incontro urgente per valutare la rimozione di Bonaffini”.

“Le delibere adottate dal presidente – scrive Russo – sono da ritenersi atti irregolari poiché mancanti dei pareri del responsabile finanziario ed adottate senza coinvolgere il Consiglio d’Amministrazione, oltre che prive di qualsivoglia efficacia giuridica, in quanto nulle per non essere state pubblicate nei termini di legge“.

“E’ strano che il presidente – continua Russo -, pur non assicurando la trasparenza delle proprie decisioni e la legalità nel processo decisionale, abbia in pratica censurato il comportamento del sottoscritto e del sindaco di Letojanni. E si ritengono gravi alcune allusioni fatte sul mio operato. Permanendo questa situazione, sarò costretto a revocare le nomine dei miei componenti di rappresentanza nel Consorzio”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Non sono mai Bianche

Chi sa quante volte era ritornato su quel posto con la mente. Ci tornava costantemente rivivendo la stessa mattinata, sempre la stessa, per cercare dove quella volta aveva sbagliato. Aveva poco più che trenta anni e lavorava da sempre.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Figlio inferiore e padre superiore

Le paturnie e i pensieri ossessivi sono alimentati dagli oggetti interiorizzati, dalla rappresentazione interna dei genitori, in questo caso, specialmente, del padre, idealizzato come uomo superiore, contro lui che è, invece, l’uomo inferiore.