11 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 09.52
Messina

il sindaco di Castelmola denuncia "atti irregolari"

Consorzio Rete Fognante di Taormina: Russo chiede le dimissioni del presidente

12 Febbraio 2019

Bufera sul Consorzio Rete Fognante dei Comuni di Taormina, Giardini Naxos, Castelmola e Letojanni. Il sindaco di Castelmola, Orlando Russo, ha chiesto ufficialmente che venga sollevato dall’incarico Salvatore Bonaffini, il presidente dell’ente consortile che si occupa della depurazione delle acque nel primo polo turistico siciliano, denunciando “gravi irregolarità nella gestione del Consorzio”. Russo ha inviato una lettera ai colleghi sindaci di Taormina (Mario Bolognari, Giardini (Nello Lo Turco) e Letojanni (Alessandro Costa) richiedendo “un incontro urgente per valutare la rimozione di Bonaffini”.

“Le delibere adottate dal presidente – scrive Russo – sono da ritenersi atti irregolari poiché mancanti dei pareri del responsabile finanziario ed adottate senza coinvolgere il Consiglio d’Amministrazione, oltre che prive di qualsivoglia efficacia giuridica, in quanto nulle per non essere state pubblicate nei termini di legge“.

“E’ strano che il presidente – continua Russo -, pur non assicurando la trasparenza delle proprie decisioni e la legalità nel processo decisionale, abbia in pratica censurato il comportamento del sottoscritto e del sindaco di Letojanni. E si ritengono gravi alcune allusioni fatte sul mio operato. Permanendo questa situazione, sarò costretto a revocare le nomine dei miei componenti di rappresentanza nel Consorzio”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Una Mattina Diversa

Carissimi, erano quasi le ore 20.00 quando al mio congestionato telefonino mi giunse una telefonata da un numero al quale non potevo non rispondere. La voce era quella del segretario particolare del segretario del grande capo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.