Consulta giovanile Siciliana, ok allo Statuto: ad aprile le elezioni :ilSicilia.it

all'ars l'incontro con i presidenti dell'Isola

Consulta giovanile Siciliana, ok allo Statuto: ad aprile le elezioni

di
26 Febbraio 2019

Nella mattina di lunedì 25 febbraio, nella sala rossa presso la sede del parlamento Siciliano, è stato organizzato un incontro con tutti i presidenti delle consulte giovanili sparse in Sicilia. In particolare erano presenti dalle provincie di Palermo, Messina, Catania, Trapani, Enna e Caltanissetta.

A presiedere la seduta è stato il Presidente della Consulta dei Nebrodi, Alessandro Magistro. I presidenti hanno dato l’ok al testo unico dello Statuto Regionale, che a sua volta dovrà essere approvato entro 15 giorni nelle Consulta dei comuni.

Voteranno  i presidenti delle Consulte esistenti in Sicilia, che possono anche  candidarsi insieme ai membri che ne fanno già parte. Ai collegi  di Catania e Palermo andranno 3 consiglieri regionali ciascuno in quanto superano come provincia il milione di abitanti.

Alle altre provincie ne andranno  2 che a loro volta dovranno eleggere il presidente , un  vicepresidente, un moderatore che gestisce direttamente le sedute e  un segretario. Il presidente nominerà sei assessori giovanili regionali con varie deleghe che non dovranno far parte del Consiglio. Insomma si avvia in maniera chiara una linea regionale con un  chiaro governo dei giovani siciliani . La  sede è  in regione Sicilia e  sarà a Palermo e Catania.

Le elezioni saranno l’8 Aprile alle 11 presso l’Ars, subito dopo è previsto l’insediamento del presidente e della sua Giunta.  Alessandro Magistro che ha dato vita a questa nuova istituzione giovanile ha aveva promesso una Consulta lampo, è così sarà. Intanto i deputati regionali Alessandro  AricòGiuseppe Galluzzo sostengono  fortemente tale iniziativa che prende sempre più forma . Ma il sostegno arriva da più parti politiche di ogni schieramento, ricordando che la Consulta Regionale è apartitica. 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.