Conte: "Sorpreso dall'esplosione del contagio". L'infettivologo: "Basta bugie" | ilSicilia.it :ilSicilia.it

le parole del premier e del medico

Conte: “Sorpreso dall’esplosione del contagio”. L’infettivologo: “Basta bugie”

24 Febbraio 2020

Il governo si sta attrezzando a trattare il Coronavirus come le calamità naturali e a mettere in campo, con un nuovo decreto legge, e “in tempi molto rapidi”, le stesse misure di sostegno economico che si applicano in caso di terremoti e alluvioni. Domenica è stata pubblicata la Gazzetta ufficiale straordinaria con le misure eccezionali messe in campo dal governo, ma fanno discutere le parole del presidente del Consiglio.

“Confesso che siamo rimasti sorpresi da questa esplosione del numero dei casi”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, a ‘In mezz’ora’ su Raitre, parlando del coronavirus dalla sede della protezione civile. “La linea della massima precauzione ha pagato ma dobbiamo continuare a perseguire questa politica. Stiamo cercando di individuare focolai, per fare di tutto per contenere il contagio“, ha affermato il premier, che poi ha proseguito: “Il panico non serve a nessuno”. “Dobbiamo continuare a lavorare con la massima abnegazione per contenere il contagio: curare l’aspetto comunicativo è importante. A livello comunicativo centrale sarà il dottor Borrelli ad offrire una comunicazione aggiornata. Abbiamo scelto la linea della trasparenza”. “Serve una comunicazione capillare“. “Bisogna intervenire per evitare il panico che non serve a nessuno. La preoccupazione è comprensibile, il panico no. Va scacciato via”.

Burioni: “Non è vero che il Covid-19 è poco più di un’influenza. Basta bugie”

Intanto, l’infettivologo Roberto Burioni, che tempo fa aveva lanciato l’allarme sul possibile diffondersi in Italia del coronavirus, e che era stato redarguito con parole pesanti, adesso ci tiene a precisare che il covid-19 non è poco più di una comune influenza come qualcuno frettolosamente ha affermato: “Qualcuno, da tempo, ripete una scemenza di dimensioni gigantesche: la malattia causata dal coronavirus sarebbe poco più di un’influenza. Ebbene, questo purtroppo non è vero. Mai allarmismi, ma neanche si possono trattare i cittadini come bambini di 5 anni: in questo momento (domenica) in Italia sono segnalati 132 casi confermati e 26 di questi sono in rianimazione (circa il 20%). Sono numeri che non hanno niente a che vedere con l’influenza (i casi gravi finora registrati sono circa lo 0,003% del totale). Questo ci impone di non omettere nessuno sforzo per tentare di contenere il contagio”. 

Tag:

La pittrice della Via Crucis | LE FOTO

Con questo bell'articolo sulla pittrice Maria Pia De Angelis si inaugura oggi "L'Occhiotriquetro - note e postille", la nuova rubrica di Piero Longo, poeta, critico teatrale, critico e storico dell'arte, nonché presidente de "Gli Amici del Teatro Biondo" e presidente onorario di "Italia Nostra Palermo"
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Ad Alimena la Misericordia cuce le mascherine per tutti

La Misericordia di Alimena, che da anni opera nel sociale ed è fautrice di tante belle iniziative, ha iniziato a produrre le mascherine. Saranno distribuite gratuitamente a chi ne farà richiesta e sono già state stilate diverse liste per andare incontro soprattutto alle esigenze di tanti anziani.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona