Contrasto al dissesto idreogeologico, Figuccia (UDC): "Fatto primo passo importante'' :ilSicilia.it

Contrasto al dissesto idreogeologico, Figuccia (UDC): “Fatto primo passo importante”

di
23 Dicembre 2019

“E’ un primo passo importante quello con il quale il governo regionale ha varato un provvedimento che finanzia opere di contrasto al dissesto idrogeologico”. A dichiararlo è Vincenzo Figuccia, deputato regionale dell’Udc all’Ars.

“Si tratta di 17 milioni individuati dall’Ufficio contro il dissesto idrogeologico che mettono in sicurezza numerosi comuni che potranno avviare presto i lavori: da Castellammare del Golfo a Capo d’Orlando, passando per Agira. Tuttavia, la nostra regione necessita di attività di prevenzione e manutenzione che possono essere realizzate dal personale della forestale che già in diversi cantieri, come ho potuto constatare personalmente, ha dimostrato grandi capacità e zelo nelle attività poste in essere. Siamo ancora lontani dagli standard di sicurezza che possono garantire l’incolumità dei siciliani sia per quanto riguarda le abitazioni, sia per quanto concerne la mobilità e le infrastrutture. Pertanto – conclude il parlamentare regionale – chiederò al presidente della Regione che ci si attivi per operare una rimodulazione di altri fondi del Patto per il Sud al fine di rendere cantierabili interventi analoghi in altre parti del territorio regionale”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin