Controesodo Sicilia per il Covid-19, Minardo (Lega): "Pura follia" :ilSicilia.it
Messina

La dichiarazione del deputato nazionale

Controesodo Sicilia per il Covid-19, Minardo (Lega): “Pura follia”

23 Marzo 2020

Il porto di Messina deve essere sigillato, blindato. A parte le rarissime eccezioni di chi dalla Calabria viene in Sicilia perché ‘pendolare autorizzato’ (appartenente alle forze dell’ordine o ai lavoratori del comparto sanitario) per tutti gli altri l’imbarco a Villa San Giovanni e lo sbarco a Messina devono essere impediti. Impediti!”. Lo dice Nino Minardo, deputato nazionale della Lega Salvini Premier a seguito delle immagini della fila di autovetture che nella notte tra il 22 2 il 23 marzo, hanno raggiunto la Sicilia.

Nino Minardo

Quello che fino a qualche giorno fa non era né giusto né giustificabile ma in qualche modo e in alcuni casi poteva, forse, ancora essere “spiegato” adesso è semplice e pura follia. Basta! Musumeci chiede altri controlli, chiama in causa il Prefetto di Messina Librizzi e fa benissimo. Conosco entrambi e ho fiducia nel loro operato ma mi permetto di incalzarli con la massima forza“.

In questa terribile pandemia globale la Sicilia finora ha avuto un numero tutto sommato ‘accettabile’ di contagi e vittime ma le prossime due settimane sono decisive per evitare che la situazione sfugga di mano, i nostri ospedali collassino e il numero dei morti cresca in maniera esponenziale – conclude Minardo-. E abbiamo anche la fortuna geografica di essere un’isola che, in questa fase, possiamo immaginare con la metafora di un imbuto: tutto ciò che si riversa in Sicilia adesso passa per lo Stretto di Messina. A Messina ci vogliono autorevolezza, autorità, severità, presìdi e controlli straordinari. Da parlamentare nazionale li invoco a gran forza e mi sono già attivato in tutte le sedi perché ciò, finalmente, avvenga”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.