Controlli Covid, il Questore: "Numerose sanzioni a Palermo" :ilSicilia.it
Palermo

Aumento dei controlli in città

Controlli Covid, il Questore: “Numerose sanzioni a Palermo”

di
27 Gennaio 2021

La Sicilia intensifica i controlli anticovid delle forze dell’ordine, per assicurare il rispetto delle limitazioni legate alla presenza della regione in zona rossa.

Rispetto all’inizio, quando abbiamo cercato di usare la persuasione, a un certo punto – anche per fare fronte alle preoccupazioni delle istituzioni, che temevano che la situazione potesse precipitare -, abbiamo iniziato a fare sanzioni, che talvolta sono state anche numerose“, ha detto in una intervista all’Italpress, il questore di Palermo, Leopoldo Laricchia.

Il Covid ha reso difficile la sopravvivenza per diverse persone, soprattutto a chi vive di lavoro autonomo. Ma dal punto di vista statistico fortunatamente non si registra al momento un’impennata di crimini. Questo tema sarà più percepibile tra qualche tempo. Noi stiamo facendo un lavoro molto specialistico soprattutto sul territorio delle periferie“.

Tra le iniziative intraprese anche un nuovo “progetto” nel quartiere San Giovanni Apostolo (CEP): “In quella zona – spiega il questore – siamo impegnati in servizi quotidiani ma con un criterio diverso, nuovo. Un servizio ad alto impatto, non con due-tre pattuglie, ma con trenta uomini alla volta. Servizi che controllano a 360 gradi il territorio: dai sottoposti a misure al controllo stradale, fino ai pubblici esercizi. Abbiamo chiuso una taverna abusiva, c’è anche un controllo rigido delle piazze di spaccio. L’obiettivo è presidiare costantemente e visivamente il quartiere. Questo progetto lo stiamo allargando già a partire dalle prossime settimane ad altre aree e quartieri e andrà avanti per tutto l’anno. È un nuovo sistema per affrontare il controllo del territorio che vuole riaffermare la presenza dello Stato nei quartieri più difficili“.

Tra le insidie anche quella della criminalità organizzata che, come dimostrano anche operazioni recenti, prova a incunearsi approfittando della situazione economica complicata di diverse famiglie. Unica soluzione per il questore è togliere i mafiosi dal territorio con la costante presenza dello Stato.

Infine, il tema dei vaccini, con la polizia e più in generale le forze dell’ordine che rientrano nelle categorie più a rischio contagio: “Noi abbiamo già avuto una massiccia adesione dei nostri operatori, siamo intorno al 90%”, dice il questore.

“Si tratta di 2.300 uomini soltanto per la Questura e di 3.500 complessivi della Polizia di Stato di Palermo. Stiamo aspettando che tocchi a noi. Il nostro turno dovrebbe essere in primavera – conclude Laricchia -. Appena ci toccherà io sarò il primo, insieme a tutti gli altri, a dare l’esempio“.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin