Controlli serrati per la movida a Palermo: 26mila euro di sanzioni ai pub :ilSicilia.it
Palermo

vita notturna

Controlli serrati per la movida a Palermo: 26mila euro di sanzioni ai pub

di
24 Settembre 2018

Oltre 26.000 euro di sanzioni e un pub abusivo sequestrato: questo, il risultato dei controlli notturni predisposti dal comandante della polizia municipale di Palermo, Gabriele Marchese. I sopralluoghi sono stati compiuti dagli agenti del Caep, il nucleo di controllo delle attività produttive, in via Giuseppe Piazzi, una traversa di via Dante e in cortile delle Bisacce, a Ballarò.

Nello stesso contesto, ai titolari di due discoteche abusive, al Foro Umberto I e in via Candelai, sono state notificate le ordinanze di chiusura dei locali emesse dal questore, come atto definitivo, conseguente alle comunicazioni di reato emerse da precedenti accertamenti della polizia municipale.

La parte più consistente delle sanzioni, oltre 17.000 euro, è stata comminata a un esercizio commerciale ubicato in via Giuseppe Piazzi che, in possesso dell’autorizzazione per la vendita di prodotti alimentari, avrebbe esercitato abusivamente l’attività di bar. Gli agenti sono entrati nel locale dopo le 24 e hanno notato che venivano somministrate bevande alcoliche e superalcoliche in violazione degli orari previsti dalla legge. Oltre alla mancanza di autorizzazioni previste per la somministrazione di alimenti e bevande è stata contestata la mancata esposizione delle tabelle dei prezzi e degli orari di apertura e chiusura del locale; delle tabelle alcoliche e dell’apparecchiatura per l’alcoltest da mettere a disposizione dei clienti. È stata inoltre contestata la mancata indicazione della tracciabilità dei prodotti alimentari, venduti sfusi, senza alcuna confezione. Sequestrate 1.321 bottiglie contenenti bevande alcoliche e superalcoliche.

In Cortile delle Bisacce, a Ballarò, un pub invece è stato sequestrato perché si ritiene svolgesse illecitamente la somministrazione di alimenti e bevande ai tavoli, con intrattenimento musicale. Al titolare sono state comminate sanzioni per un importo totale di oltre 8.000 euro, perché oltre a non esibire l’autorizzazione prevista e le certificazioni sanitarie necessarie, non provvedeva all’esposizione delle tabelle alcoliche e non disponeva di apparecchiature per l’alcoltest.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

“La casa di carta”, da flop a fenomeno planetario

Nel maggio del 2017 in Spagna viene messa in onda per la prima volta la serie tv "La casa de papel" che, dopo un lusinghiero iniziale consenso di pubblico, vede diminuire rapidamente gli ascolti - tanto che al termine della seconda stagione i produttori e di conseguenza il cast ritengono concluso il progetto

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin