Convention Diventerà Bellissima: "Indispensabile federarsi con un partito nazionale" | VIDEO :ilSicilia.it

l'intervista ai deputati aricò e savarino

Convention Diventerà Bellissima: “Indispensabile federarsi con un partito nazionale” | VIDEO

di
4 Luglio 2020

GUARDA VIDEO IN ALTO

I deputati di punta del gruppo parlamentare di Diventerà Bellissima, Alessandro Aricò e Giusi Savarino, tirano le somme in merito al giro di boa di questa legislatura targata Musumeci. Decidono di farlo proprio durante la convention a Cefalù in cui erano presenti numerosi personaggi politici ed amministratori del partito del governatore Nello Musumeci.

GIUSI SAVARINO

Abbiamo organizzato questa convention perché siamo al giro di boa ed era giusto tirare le somme. Ci sono amici che vengono da tutta la Sicilia ed era giusto incontrarli. Ci volevamo vedere. Questo presuppone una comunità che cresce sempre di più. Tanti non erano tesserati con noi. Tanti  anche gli amministratori e simpatizzanti. Ciò vuol dire che qualcosa di buono la stiamo trasmettendo. Non possiamo che valutare con uno dei tre partiti nazionali che compongono la maggioranza di governo“.

Inoltre Aricò dal palco aggiunge: “Dobbiamo pensare alla ripresa economica, infrastrutture e una compagnia aerea siciliana. In questi mesi si è parlato di autosufficienza sanitaria. Quando si parlava di mascherine e guanti il presidente e l’assessore Razza sono volati a Pittsburg trovando carichi che hanno rifornito i nostri ospedali. Io penso che Zingaretti stia ancora cercando da chi comprare le mascherine”.

Della stessa linea di pensiero la Savarino che afferma: “Il nostro movimento ha un grande radicamento sul territorio e vogliamo rafforzarlo. Creare delle sinergie con un partito nazionale è indispensabile. Avere un rapporto forte con esso ci permetterebbe di avere voce a Roma. Per esempio sul tema immigrati e sbarchi fantasma. Abbiamo bisogno che qualcuno dica a Roma di prendere delle adeguate precauzioni”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin