Coop Alleanza al fianco della comunità LGBTQ+: ecco la nuova shopper arcobaleno :ilSicilia.it

l'iniziativa

Coop Alleanza al fianco della comunità LGBTQ+: ecco la nuova shopper arcobaleno

di
11 Giugno 2021

Una shopper in cotone sulla quale il classico logo Coop abbandona il suo colore rosso, per assumere tutti quelli dell’arcobaleno, simbolo delle lotte per i diritti LGBTQ+ È questa l‘ulteriore evoluzione della campagna Close the Gap, che da marzo vede Coop impegnata nella battaglia per la riduzione di tutte le disuguaglianze di genere attraverso progetti e cantieri di lavoro, coinvolgendo anche i fornitori di prodotto a marchio, i soci e i consumatori in uno sforzo collettivo indirizzato verso obiettivi tangibili, come ad esempio l’impegno per tagliare l’Iva sugli assorbenti femminili. 

Con un approccio pragmatico rispetto a temi che richiedono interventi complessi e un rinnovamento culturale profondo, la Cooperativa dalla prossima settimana porta nei suoi punti vendita – oltre 350 tra ipercoop e supermercati dal Friuli-Venezia Giulia alla Sicilia  le bag arcobaleno accompagnate dallo slogan “Prendi questa borsa e prendi posizione. Le bag arcobaleno saranno disponibili anche sul sito di EasyCoop, il servizio di spesa online di Coop Alleanza 3.0 (www.easycoop.com). 

 Una iniziativa che vuole marcare, senza lasciare dubbi, quale sia la posizione di Coop sul temavuole sensibilizzare i propri soci e anche contribuire concretamente alle varie comunità presenti nei territori di riferimento in cui Coop è presente.  Parte del ricavato, almeno 50 centesimi per ogni bag, sarà devoluto alle associazioni che si occupano di tutela dei diritti LGBTQ+ con progetti di inclusione e di contrasto alla discriminazione tra cui Bolognail Gender Bender Festival.  

“Coop Alleanza 3.0 ha deciso di prendere posizione in modo netto sul contrasto alla discriminazione affermando con forza valori quali primo fra tutti l’inclusione che è uno degli elementi fondamentali insieme all’integrazione e all’eguaglianza che caratterizzano la cooperazione” dichiara il presidente di Coop Alleanza 3.0, Mario Cifiello “La Cooperativa vuole dare il suo contributo al benessere della comunità, che si costruisce un tassello alla volta senza lasciare spazio alle discriminazioni e ai pregiudizi, bensì promuovendo l’inclusione, l’apertura, la condivisione”.  

 Continua  con azioni concrete l’impegno di Coop Alleanza 3.0 nel contrasto alla discriminazionequesta iniziativa si inserisce in continuità con gli appuntamenti promossi da Academy – la Corporate University della Cooperativa – come l’evento, ‘Sui Generis’, dedicato alla gender equality tenutosi a marzo, a cui ha fatto seguito a maggio Over the rainbow. Un’agenda per l’inclusione”dedicato alle tematiche connesse al contrasto delle discriminazioni e le violenze per l’orientamento sessuale, il genere, l’identità di genere e le disabilità. 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin