Coop punta sul Made in Sicily: "Aumenteremo prodotti e fornitori locali" :ilSicilia.it
Catania

Qualità a tavola

Coop punta sul Made in Sicily: “Aumenteremo prodotti e fornitori locali”

di
24 Luglio 2018

CATANIA – «In Sicilia Coop Alleanza 3.0 fa registrare un primato molto positivo: abbiamo oltre 1.000 dipendenti e il 99% è assunto a tempo indeterminato. Il dato più alto fuori da questa Isola è del 92%. Di questo andiamo fieri, ed è chiaro che questo impegno straordinario del gruppo è finalizzato a sviluppare nel territorio una presenza e un ruolo sempre più rilevante. Una presenza che oggi sta anche negli oltre 40.000 soci che in Sicilia hanno aderito alla nostra Coop e che sono e saranno sempre più protagonisti». Così il presidente e Amministratore delegato di Coop Alleanza 3.0, Adriano Turrini, intervistato dal quotidiano La Sicilia.

ipercoopAl giornale etneo Turrini elenca i dati relativi ai nuovi prodotti siciliani in arrivo negli ipermercati e nei supermercati dell’Isola: «Vogliamo essere sempre più radicati nel territorio per avere un rapporto diretto con il sistema delle imprese dell’agroalimentare. Oggi ne abbiamo dentro già 200, con 2.800 prodotti. Aziende con cui abbiamo concluso lo scorso anno acquisti per oltre 20 milioni di euro. Ma lavoriamo per acquisirne altre, sempre sotto il segno della qualità, della assoluta trasparenza e del rispetto dei principi di legalità, che sono per noi precondizioni fondamentali per potere avviare una collaborazione». 
Adriano Turrini

Insomma si punta sul Made in Sicily. Nei tre iper di Catania, nei due di Palermo, a Ragusa e Milazzo, ma anche nei supermercati. «Quando facciamo i corner del cibo siciliano nei punti vendita delle altre regioni italiane, soprattutto al Nord, è un successo straordinario», confessa Turrini.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.