Corleone, Fratelli d'Italia passa all'opposizione in consiglio comunale :ilSicilia.it
Palermo

Il passaggio politico

Corleone, Fratelli d’Italia passa all’opposizione in consiglio comunale

di
10 Luglio 2021

Nella seduta odierna del Consiglio Comunale della Città di Corleone, il Consigliere Gaetano Costa ha avuto modo di formalizzare il passaggio del gruppo consiliare Fratelli d’Italia– Corleone tra le forze di opposizione.

Nel corso del suo intervento il Consigliere Costa ha argomentato le ragioni di tale scelta rivolgendosi direttamente alla persona del Sindaco, il quale, assieme ai consiglieri comunali tutti, era già a conoscenza della decisione presa, essendone stato informato mesi addietro.

Purtuttavia la comunicazione formale in assemblea è stata resa possibile soltanto oggi, dapprima nel rispetto della persona del Sindaco, a causa delle note vicende che lo hanno visto coinvolto nei mesi scorsi, di seguito, poi, alla propria perdurante assenza alle sedute consiliari successive. Assenze, quest’ultime, derivanti da palesi difficoltà gestionali in seno alla maggioranza e che, con ogni
evidenza, hanno consentito solo adesso al primo cittadino di poter finalmente presenziare ai lavori d’aula.

Cionondimeno, durante i mesi appena trascorsi, il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia ha posto in essere tutte le azioni volte ad un proficuo lavoro di minoranza, comprese le occasioni di collaborazione istituzionale, laddove possibile, per il bene della città.
Sarà questo lo spirito che caratterizzerà il nostro ruolo di opposizione ed il rapporto con la nuova maggioranza.
E’ difatti sotto gli occhi di tutti la mutazione subita dall’attuale amministrazione comunale, ben diversa da quella sottoposta al giudizio degli elettori nel novembre 2018. A cominciare proprio dalla figura del Sindaco Nicolosi, “garante politico”, che ha ritenuto di delegare ad altri soggetti della coalizione il ruolo guida dell’assetto amministrativo”, ha detto il consigliere Gaetano Costa.

Queste ed altre ragioni, – prosegue Costa – ci hanno pertanto indotto a declinare l’invito del Sindaco di continuare a rimanere tra le file della maggioranza anche dopo il “caso Cossetto”, che ha rappresentato solo la punta di un iceberg sempre più profondo e minaccioso, contro cui l’amministrazione Nicolosi rischia ancor oggi di naufragare.
Respingiamo pertanto tardivi tentativi di riconciliazione, declinando soluzioni alternative in forza dei principi di coerenza e libertà, valori fondamentali ed imprescindibili posti alla base del nostro movimento e della nostra azione politica”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin