Coronavirus a Francavilla di Sicilia, il sindaco: "Cinque nuovi positivi, due sono sintomatici" :ilSicilia.it
Messina

l'annuncio

Coronavirus a Francavilla di Sicilia, il sindaco: “Cinque nuovi positivi, due sono sintomatici”

di
1 Ottobre 2020

Accertati 5 casi di Covid 19 a Francavilla di Sicilia, nel Messinese. E’ stato lo stesso sindaco, Vincenzo Pulizzi, ieri sera a darne conferma attraverso i social network e ad istituire subito il Centro comunale di Protezione civile.

Pulizzi ha invitato la cittadinanza a rispettare tutte le norme previste e anche tutti gli accorgimenti necessari per evitare l’ulteriore diffondersi del virus:

“È doveroso informare la cittadinanza che sono stati accertati sul nostro territorio cinque casi di positività al Covid 19, di cui due sintomatici.
Pertanto con ordinanza sindacale n. 39, è stato attivato il C. O. C ( Centro Operativo Comunale) – scrive il sindaco -. Si invita la cittadinanza a porre in essere comportamenti ed atteggiamenti che limitino il più possibile il contagio, mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro, utilizzare la mascherina ed evitare assembramenti”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.