Coronavirus a Palermo: bambino positivo dopo test anomali :ilSicilia.it
Palermo

Ricoverato al Di Cristina

Coronavirus a Palermo: bambino positivo dopo test anomali

28 Marzo 2020

Nuovo caso di Coronavirus a Palermo. Si tratta di un paziente pediatrico arrivato da Marsala e portato all’ospedale dei bambini Di Cristina.

Non è stata subita certa la positività al virus a causa di risultati ambigui dei tamponi per il Covid-19: il primo non aveva dato alcun risultato, il secondo era risultato negativo e l’ultimo, invece, positivo.

Data l’anomalia sembra esser previsto un quarto tampone che si aggiungerà a quelli dei due infermieri e del medico del reparto di cardiologica pediatrica entrati in contatto con lui, poiché il piccolo, essendo risultato negativo, era stato spostato dal reparto di malattie infettive al reparto di cardiologia.

Dopo il secondo tampone fatto durante la breve permanenza all’Ospedale dei bambini è arrivato il risultato positivo del terzo tampone.

Il paziente è stato portato immediatamente nel reparto di Malattie infettive pediatriche e messo in isolamento, mentre la direzione ha subito disposto gli interventi di sanificazione.

Le sue condizioni sembrerebbero essere discrete ma sarà tenuto sotto costante osservazione per verificare l’evoluzione del quadro clinico.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.