Coronavirus a Palermo, l'ira sui social: "Saccheggiamo i supermercati tedeschi e francesi" | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

si sono dati appuntamento al 3 aprile

Coronavirus a Palermo, l’ira sui social: “Saccheggiamo i supermercati tedeschi e francesi” | VIDEO

di
30 Marzo 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Pensiamo già da ora come comportarci il 3 aprile con intelligenza. Ho una idea. Ci diamo appuntamento, andiamo nei supermercati –  non quelli italiani ma quelli dei tedeschi e francesi  – e li svuotiamo che ne pensate?”. Questa è la proposta di Angelo. Uno dei duemila iscritti al gruppo Facebook Rivoluzione Nazionale che è arrivato con l’acqua alla gola economicamente.

La situazione a Palermo si fa sempre più allarmante. Con molta probabilità il premier Conte allungherà la quarantena che ha come giorno ultimo il 3 di aprile. Di conseguenza tutto potrebbe restare fermo ancora per molto.

Al di là dei dipendenti pubblici o chi è tutelato da quelle imprese che sono riuscite ad attivare il telelavoro senza contraccolpi, molti residenti nelle borgate palermitane (ma anche di altre grosse città siciliane) non ha un sostentamento economico soprattutto in questo momento. I sussidi promessi da parte della Regione e di Roma hanno creato uno spiraglio di speranza tra la popolazione ma la rabbia è tanta in diversi strati sociali e la situazione potrebbe esplodere.

Non ho niente da farmene degli enti di questo genere, io sono disoccupato non ho reddito non ho avuto mai aiuti da nessuno e non certo vado alla Caritas, al Comune o dove minchia dici tu per due buste di spesa. Io a fari un maciellu!! Va scassannu i supermercati? Banche? Io che non ho bisogno di spesa, li aiuterò in segno di protesta e no picchì ste muriennu ra fami. A me spisa arregalu..voglio che si ricordino che esisto anch’io na stà minchia i tierra”,  scrive Antonio sul gruppo Fb.

“Si deve mettere in atto e subito; non solo parole parole e parole; è arrivato il momento di fargli vedere chi comanda se loro o il popolo”. Afferma Gianni. “Dobbiamo uscire in massa e farli cacare in quella poltrona”. Scrive Totò.

Tensione e minacce quindi. Ma al momento la situazione nei supermarket palermitani sembra essere sotto controllo grazie alla presenza massiccia delle forze dell’ordine all’ingresso dei maggiori esercizi commerciali del capoluogo siciliano.

 

LEGGI ANCHE:

Coronavirus a Palermo, su Facebook inneggiano alla rivoluzione: “Assaltiamo tir e supermercati”

Coronavirus: Sicilia, bomba sociale a orologeria. Il ministero degli Interni avvisa Conte | VIDEO

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin