Coronavirus a Palermo: ospedali al collasso, Ferrandelli chiede consiglio comunale d'urgenza :ilSicilia.it
Palermo

LE PAROLE DELL'ESPONENTE DI PIù EUROPA

Coronavirus a Palermo: ospedali al collasso, Ferrandelli chiede consiglio comunale d’urgenza

di
24 Ottobre 2020

È dal 2 Ottobre che chiedo formalmente una convocazione urgente di una seduta di Consiglio Comunale alla presenza del Sindaco nella qualità di Prima Autorità Sanitaria Locale nonché quella dell’Assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza per avere contezza del piano e delle misure di contrasto al Covid-19 che si intendono adottare alla luce dei nuovi numeri di contagio. Al momento nulla di fatto“.

A dichiararlo è Fabrizio Ferrandelli, consigliere comunale di Palermo militante fra le fila di Più Europa.

La situazione di Palermo e della Sicilia tutta è evidente ed è sotto gli occhi di tutti. Fila di ambulanze, ospedali pronti al collasso, nessuna proposta per aumentare i posti letto nelle terapie intensive né tantomeno la creazione di nuovi spazi che potranno essere adibiti alla gestione dei pazienti Covid“.

Musumeci tarda a dare risposte e manca totalmente di prospettiva. Orlando rilascia ordinanze totalmente inutili a contenere il crescere dei contagi. Nessuno agisce nessuno parla. Il momento della responsabilità è molto vicino, mi auguro che adesso dopo la mia ennesima richiesta di un confronto con le autorità competenti non si cada nuovamente nel silenzio totale“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin