Coronavirus, a Palermo Più Europa chiede l'attivazione di un coordinamento cittadino :ilSicilia.it
Palermo

LE PAROLE DI FABRIZIO FERRANDELLI

Coronavirus, a Palermo Più Europa chiede l’attivazione di un coordinamento cittadino

di
25 Marzo 2020

Attivare un coordinamento cittadino a Palermo per fronteggiare l’emergenza coronavirus.

E’ questo il contenuto di una nota inviata al sindaco e al presidente del consiglio comunale da parte del consigliere di Più Europa Fabrizio Ferrandelli.

Fabrizio Ferrandelli
Fabrizio Ferrandelli

Visti gli ultimi DCPM relativi alle misure da attuare nell’intero territorio nazionale per contrastare il diffondersi del virus COVID-19 e considerato che nell’ultima conferenza dei capigruppo svoltasi prima dell’emergenza COVID-19 e delle relative misure restrittive imposte con DPCM 11 marzo 2020, le opposizioni avevano chiesto con forza la costituzione di una cabina di regia per potere affiancare il Sindaco in tutti i tavoli interistituzionali per fare fronte comune all’emergenza, si denuncia con dispiacere che a più di due settimane dalla sopra citata richiesta nulla è accaduto“, scrive il consigliere comunale.

Ferrandelli ribadisce la propria volontà “nel voler far fronte unico e nel voler mettere sullo sfondo le polemiche ponendo in primo piano l’emergenza COVI-19 e le esigenze della città, riattivando questo tavolo”.

La nota si conclude con la ferma richiesta del leader di Più Europa di sollecito riscontro e reiterata richiesta di attivazione.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.