Coronavirus, a Palermo positiva una guardia carceraria dell'Ucciardone :ilSicilia.it
Palermo

il fatto

Coronavirus, a Palermo positiva una guardia carceraria dell’Ucciardone

di
16 Settembre 2020

E’ risultata positiva al Covid una guardia penitenziaria in servizio all’Ucciardone.

L’agente del carcere di Palermo, che lavora in una sezione in cui si trovano circa 90 detenuti. L’uomo è stato individuato attraverso l’indagine epidemiologica dell’Asp.

La guardia penitenziaria era entrato in contatto con uno dei venti colleghi risultati positivi al Nucleo traduzioni che fa base al Pagliarelli. Il nucleo è composta da 130 agenti, la maggior parte dei quali è in quarantena e attende l’esito dei tamponi.

“Sono in corso accertamenti – dice la direttrice del carcere, Giovanna Re – ma i primi 50 tamponi sono già risultati negativi. Attendiamo l’esito di altri 50. Il nostro agente per fortuna sta bene. I detenuti e i loro familiari non devono preoccuparsi di alcunché perché è stata fatta, come previsto dai protocolli sanitari, la sanificazione degli ambienti interessati”.

Il focolaio relativo al Nucleo traduzioni ha avuto delle ripercussioni anche sull’attività del tribunale. Un processo ieri è stato rinviato.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.
Ieri 16:47