Coronavirus a Randazzo: "Disposta sorveglianza della zona rossa" :ilSicilia.it
Catania

parla il prefetto

Coronavirus a Randazzo: “Disposta sorveglianza della zona rossa”

di
20 Ottobre 2020

Il prefetto di Catania, Claudio Sammartino, ha convocato e presieduto una riunione, in videoconferenza, del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per coordinare iniziative e interventi per garantire l’osservanza della ‘zona rossa’ disposta dal Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, dello scorso 18 ottobre, per fare fronte all’emergenza epidemiologica da Covid-19 a Randazzo.

Nell’immediatezza, a partire dalle 9 di ieri, sono stati attuati posti di controllo da parte dei carabinieri con il supporto della polizia locale. In sede di Comitato è stato stabilito il contributo delle altre forze di polizia che, già da oggi, si affiancheranno a militari dell’Arma sia nei posti di controllo, assicurati anche dall’esercito dell’operazione “Strade sicure“, sia nella vigilanza dinamica del centro abitato.

Sono stati individuati quattro posti di controllo che verranno costantemente vigilati nell’arco delle 24 ore, oltre alla prevista vigilanza del centro abitato a mezzo di pattuglie in assetto dinamico. Il controllo viene garantito da carabinieri, dalla guardia di finanza, dalla polizia locale, dalla polizia provinciale della città metropolitana, dalla polizia di stato della specialità stradale e dall’esercito dell’operazione ‘Strade sicure’ e dal corpo forestale.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin