Coronavirus, ad Alimena si sfiorano i cento positivi: si paventa la zona rossa :ilSicilia.it
Palermo

la diffusione del contagio

Coronavirus, ad Alimena si sfiorano i cento positivi: si paventa la zona rossa

di
30 Ottobre 2020

Aumentano i contagi da Coronavirus nel comune madonita di Alimena. L’ASP ha effettuato i tamponi sugli abitanti del paese da ieri. Si dovrebbe continuare domani con altri tamponi da sottoporre alla parte rimanente dei residenti, nel frattempo però gli screening sono stati sospesi.

Ieri si erano registrati 32 nuovi casi, oggi si è superata quota novanta. Nel frattempo il Presidente della Regione siciliana Nello Musumeci sta monitorando la situazione. Inoltre, il sindaco Giuseppe Scrivano, avrebbe già avanzato la richiesta all’Assessorato regionale alla Salute e al governatore di istituire la zona rossa nel comune.

AGGIORNAMENTO: 110 i positivi, scuole chiuse

Il sindaco di Alimena ha firmato un’ordinanza con la quale ha imposto la quarantena per 14 giorni ai positivi nel suo paese e la chiusura della scuola. La decisione dopo che i positivi sono saliti a 110 su 2 mila abitanti e sui primi 750 tamponi rapidi eseguiti oggi. Il primo cittadino Giuseppe Scrivano ha chiesto l’istituzione della zona rossa.

Dei 110 positivi 30 sono stati rilevato grazie ai tamponi molecolari, gli altri 80 con i tamponi rapidi. In due settimane il piccolo centro delle Madonie si è trasformato in un focolaio di coronavirus. I primi casi sono stati registrati il 14 ottobre e da quel momento il virus si è diffuso a macchia d’olio.

Quella di Alimena potrebbe essere la sesta zona rossa in Sicilia dopo Sambuca di Sicilia in provincia Agrigento, Mezzojuso e Torretta nel Palermitano, Galati Mamertino in provincia di Messina e Randazzo nel Catanese.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin