Coronavirus: addio al giornalista Pino Scaccia, storico inviato della Rai :ilSicilia.it

il fatto

Coronavirus: addio al giornalista Pino Scaccia, storico inviato della Rai

di
28 Ottobre 2020

Complicazioni dovute al coronavirus: se n’è andato così a 74 anni Pino Scaccia, giornalista e storico inviato della Rai, ricoverato al San Camillo di Roma.

A darne notizia è l’Usigrai, il sindacato dei giornalisti della Rai, che lo ha definito su Twitter “un cronista di razza, ha dato lustro al Tg1, alla Rai, interpretando i valori del servizio pubblico”.

Giuseppe Scaccianoce, vero nome di Pino Scaccia, aveva seguito per il Tg1 i più importanti avvenimenti degli ultimi 40 anni: dalla prima guerra del Golfo al conflitto serbocroato, dalla fine dell’ex Unione Sovietica alla crisi afghana, oltre al dopoguerra in Iraq e alla rivolta in Libia. Ha realizzato numerosi reportage in tutto il mondo, è stato il primo reporter occidentale a entrare nella centrale di Cernobyl dopo il disastro, a scoprire per primo i resti di Che Guevara in Bolivia e a mostrare le immagini fino a quel momento segrete dell’Area 51 nel deserto del Nevada.

Si è occupato anche di cronaca scrivendo di mafia, terrorismo e sequestri di persona, oltre a riportare terremoti e disastri naturali. Prima di dedicarsi a tempo pieno all’attività di scrittore (ha scritto 15 libri) ha vinto il premio cronista dell’anno per lo scoop su Farouk Kassam, il premio Ilaria Alpi e il premio Paolo Borsellino. È stato docente del master di giornalismo radiotelevisivo all’Università Lumsa di Roma ed era molto attivo sul web con il suo blog La Torre di Babele.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin