Coronavirus: altri 53 migranti positivi, terminato l'imbarco sulla nave quarantena :ilSicilia.it
Agrigento

a Lampedusa

Coronavirus: altri 53 migranti positivi, terminato l’imbarco sulla nave quarantena

di
7 Settembre 2020

La nave quarantena Rhapsody ha ultimato l’imbarco dei migranti ospiti dell’hotspot di Lampedusa (Ag) e ha mollato gli ormeggi. Al momento è ferma all’altezza di Punta Sottile. Sull’imbarcazione sono stati fatti salire a 53 migranti positivi al Covid-19 e altri 60 negativi.

Sulla nave quarantena si trovano complessivamente 814 extracomunitari. La Rhapsody farà rotta, nelle prossime ore, verso il porto di Palermo e non si dirigerà davanti Porto Empedocle ) come era stato ipotizzato nei giorni scorsi. In rada al capoluogo regionale siciliano c’è già la nave quarantena Gnv Allegra.

A Lampedusa, intanto, nella banchina di Cala Pisana sta attraccando la Snav Adriatica che imbarcherà tutti gli altri migranti ospiti del centro d’accoglienza che verrà svuotato.

Leggi anche

Nave quarantena Rhapsody approda a Lampedusa, precedenza ai migranti affetti da coronavirus

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.