Coronavirus, altri due nuovi casi positivi all'Ospedale Giglio di Cefalù :ilSicilia.it
Palermo

Salgono a 10 i casi totali

Coronavirus, altri due nuovi casi positivi all’Ospedale Giglio di Cefalù

di
8 Ottobre 2020

Altri due operatori sanitari dell’ospedale Giglio di Cefalù sono risultati positivi al Covid. Si aggiungono agli altri sette colleghi e al paziente dell’area della fisioterapia da cui potrebbe essere partito il contagio. Complessivamente sono quindi dieci i casi individuati in ospedale. Per disposizione della direzione strategica tutte le attività non urgenti sono state sospese fino a lunedì 1 ottobre.

Il paziente risultato positivo risiede a Lascari dove si è acceso un altro focolaio. Alla luce dei risultati dello screening compiuto nel circondario il sindaco di Cefalù, Rosario
Lapunzina, si è rivolto all’Asp e all’assessore regionale alla salute, Ruggero Razza, perché venga valutata l’esigenza di “procedere, a scopo precauzionale, alla chiusura delle scuole anche nel territorio di Cefalù”. 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Balzebù
di Balzebù

M5S, la nuova spaccatura che sa di rottura definitiva del giocattolo

E’ cominciata molto prima del previsto la parabola discendente del Movimento 5 stelle. Probabilmente, non arriverà neanche alle prossime elezioni. Il disfacimento della creatura di Beppe Grillo è sotto gli occhi tutti. Ma nessuna sorpresa: un partito fondato soltanto sulla protesta non poteva avere un futuro

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin