Coronavirus, Anci giovani Sicilia: "Più risorse per tutelare i cittadini e il nostro territorio" :ilSicilia.it

L'appello al Governo

Coronavirus, Anci giovani Sicilia: “Più risorse per tutelare i cittadini e il nostro territorio”

di
26 Marzo 2020

I giovani amministratori dell’Anci chiedono al Governo risorse per un maggiore coinvolgimento dei Comuni nella gestione dell’emergenza Covid-19.

Noi Giovani Amministratori Siciliani siamo in prima linea per la tutela del territorio, garantieri dell’incolumità di tutti i cittadini, fronte Istituzionale di questa guerra, combattuta quotidianamente in trincea“. Così inizia la lettera inviata al Governo.

Le ripetute richieste dei nostri concittadini, che in questa fase risultano smarriti e sconfortati, si scontrano con la penuria di risorse a cui ormai siamo abituati da moltissimo tempo. Appoggiamo le proposte di Anci riguardo il sistema delle autonomie locali – proseguono i giovani amministratori -. Il sistema economico produttivo del paese si è fermato. Purtroppo, la nostra popolazione residente viene messa in enorme difficoltà e pericolo sia dall’incoscienza di chi ritorna in questi giorni presso i propri domicili, sia da chi disattende, per ignoranza e superficilità, le regole e le prescrizioni”.

Noi applichiamo l’interpretazione autentica che si da ai DPCM e alle Ordinanze Regionali e per questo diventa indispensabile che venga utilizzata la stessa diligenza anche da chi è preposto al controllo ed alla gestione della crisi per contenere l’incoscienza civica – viene evidenziato -. L’enorme sforzo che stanno compiendo il personale medico, le forze dell’ordine, tutto il sistema di protezione civile, per supportare gli amministratori richiede un ulteriore dispiego di energie nei nostri comuni attraverso un capillare intervento dell’Esercito su tutto il territorio regionale; nel controllo del rispetto dell’isolamento”.

Lo stress a cui sono sottoposti i comandi di Polizia Locale e le forze dell’ordine non ci consente di poter attendere ulteriormente – concludono i giovani amministratori Anci -. Perché non sia il tempo delle colpe, ma piuttosto delle Responsabilità. Tutelare la salute dei siciliani e il nostro territorio è condicio sine qua non per essere pienamente Istituzione”. 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin